Bianconeri sconfitti a testa alta

Bianconeri sconfitti a testa alta

Preludio alla partita: comportamento quanto meno discutibile delle forze dell’ordine, che in più occasioni hanno deriso i tifosi, addirittura spogliandoli di magliette e sciarpe. Tutto questo non lo prevede il decreto-Pisanu. Alcuni tifosi sono entrati con un quarto d’ora di ritardo. Siamo venuti a sapere che la partita si è svolta con i tifosi del Cesena che hanno avuto la concessione di entrare allo stadio da parte dei due prefetti, perché un documento ministeriale aveva ieri mattina annunciato che i derby si devono giocare con il solo pubblico di casa.


Della partita c’è da dire che a nostro avviso alcuni errori arbitrali hanno condizionato il risutlato. Il Cesena ha subito il gol decisivo al primo minuto, secondo noi in evidente fuorigioco. Dopo un primo tempo di studio, nella ripresa il Cesena ha letteralmente dominato la scena sfiorando più volte il pari. Nel finale, con l’ingresso di Del Core, i bianconeri hanno avuto la palla del pareggio. Un evidente fallo di mano in area, non concesso dall’arbitro, che però per proteste ha espulso immediatamente sia Del Core che il vice di Castori, Massimo Gadda.


Un Cesena coraggioso, orfano del suo capitano Salvetti, che esce comunque a testa alta dal “Romeo Neri” (uno stadio da quarta serie). Un plauso ai tifosi che a fine gara hanno comunque applaudito il Cesena. Mentre scriviamo, siamo ancora all’interno dello stadio perché ancora i tifosi bianconeri non sono stati fatti defluire. Viva Calcio.

Carlo Parigi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

> Commenta sul forum

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -