Bocciati gli aiuti al settore bieticolo-saccarifero, Rabboni: "Sono sconcertato"

Bocciati gli aiuti al settore bieticolo-saccarifero, Rabboni: "Sono sconcertato"

BOLOGNA - "Sono profondamente sconcertato dalla notizia che la Commissione Bilancio della Camera ha bocciato l'emendamento con il quale si dava copertura agli aiuti di stato per il settore bieticolo-saccarifero" . Lo afferma l'assessore regionale all'agricoltura Tiberio Rabboni dopo aver appreso la notizia. "Il Governo aggiunge -  non mantiene dunque un impegno preso e concordato in occasione della riforma dell'Ocm zucchero: si tratta di 86 milioni di euro per due anni, che sono indispensabili per garantire il proseguimento dell'attività del comparto".

 

Secondo l'Assessore "dopo il danno siamo arrivati alla beffa: non vengono tenute in alcun conto le legittime aspettative di un settore del quale si mette in discussione la sopravvivenza e questo nonostante i forti investimenti fatti proprio in questi ultimi due anni dai tre zuccherifici rimasti attivi nel nord Italia (due in Emilia-Romagna - Minerbio (Bo) di CoproB e San Quirico (Pr) di Eridania- ed uno nel Veneto - Pontelongo (Pd) di CoproB) che, ovviamente, hanno pianificato gli investimenti, fidandosi del nostro Governo". "Allo sconcerto - afferma Rabboni -  si affianca una profonda delusione in quanto ancora cinque mesi fa il Governo, attraverso l'apposito Comitato interministeriale, che è presieduto dal Presidente Berlusconi, aveva formalmente assunto l'impegno di reperire tali risorse".

 

"Confido che il nostro Governo non voglia assumersi la grave responsabilità di decretare la morte del settore bieticolo-saccarifero italiano - conclude Rabboni -  e mi appello dunque al Ministro Zaia affinché metta fine a questo pasticcio governativo. Occorre che venga data una risposta positiva in tempi rapidi: le semine sono alle porte e gli agricoltori e le imprese non possono più aspettare, nell'incertezza più completa".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -