BOLOGNA - 3 arresti e 2 denunce dei carabinieri nel fine settimana

BOLOGNA - 3 arresti e 2 denunce dei carabinieri nel fine settimana

BOLOGNA - Tre arresti e due denunce da parte dei carabinieri di Bologna nel fine settimana. Sabato sera i militari del Radiomobile sono dovuti intervenire in via Stalingrado, alla periferia del capoluogo emiliano, perchè un marocchino 40enne, regolare e già noto alle forze dell'ordine anche per reati specifici, in evidente stato di alterazione alcolica si era seduto sullo spartitraffico con le gambe sulla strada. Così facendo ha obbligato numerosi automobilisti a brusche sterzate per schivarlo. Alla vista dei militari che lo hanno invitato a spostarsi ha reagito con insulti, calci e pugni e per questo e' stato arrestato per resistenza e lesioni finalizzate alla resistenza a pubblico ufficiale e ubriachezza molesta.


Sempre nella serata di sabato, un’altra pattuglia del Nucleo Radiomobile è stata inviata presso il supermercato “Lidl” di via Serio in seguito ad una segnalazione di lite. Giunti sul posto i militari hanno accertato che la lite è nata dall’invito di cambiare cassa perché quella era in chiusura formulato dalla cassiera ad un uomo marocchino in fila (accompagnato da una donna), il quale non aveva ben accettato la cosa e aveva insultato la cassiera con frasi ingiuriose relative al colore della sua pelle (anch’essa extracomunitaria, originaria dell’America Latina). Dagli accertamenti, a carico dell’uomo veniva riscontrato un ordine di esecuzione per la carcerazione e contestuale decreto di sospensione del medesimo della Procura della Repubblica di Ferrara poiché doveva scontare la pena residua di giorni 15 di reclusione per i reati di inosservanza alla legge sugli stranieri, tentata rapina e rapina. R. K., nato in Marocco nel 1981, è stato arrestato ed immediatamente rimesso in libertà.


Ancora sabato sera, a via Santo Stefano, presso un esercizio commerciale di rivendita alimentare, i militari della stazione Bologna Porta Lame hanno arrestato per tentata rapina aggravata in concorso T. R. e C. G., due moldavi di 21 e 47 anni, con precedenti di polizia, i quali, allo scopo di impossessarsi di alcune lattine di birra, hanno ingaggiato una violenta colluttazione con i gestori, due bengalesi, un 40enne ed un 31enne, che per le lesioni subite venivano trasportati presso l’ospedale Sant’Orsola, ottenendo una prognosi di due giorni;

I militari del Nucleo Radiomobile hanno infine deferito in stato di libertà due persone per i reati di tentato furto. Una 51enne incensurata addetta alle pulizie e residente a Bologna, al termine del suo turno di servizio ha tentato di uscire dal negozio dove lavorava dopo aver occultato una maglietta tra i suoi panni sporchi. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire ulteriori numerosi capi d’abbigliamento di quel negozio dei quali non riusciva a dimostrare il titolo di possesso, tutti sottoposti a sequestro. Stessa sorte per un marocchino classe 1988, in Italia senza fissa dimora, denunciato per il tentato furto di due magliette all’interno del negozio “Upim” di via Larga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domenica mattina, i Carabinieri della dipendente Stazione di Sant’Agata Bolognese (BO) hanno arrestato S. A. di anni 28, residente a Sant’Agata Bolognese (BO), a carico del quale, a seguito del controllo, è emersa la non ottemperanza all’ordine di espulsione emesso nei suoi confronti dal Prefetto di Bologna: l’uomo è però stato rimesso in libertà su disposizione dell’autorità giudiziaria.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -