Bologna: Arata Isozaki progetterà Grande Stazione Centrale

Bologna: Arata Isozaki progetterà Grande Stazione Centrale

Bologna: Arata Isozaki progetterà Grande Stazione Centrale

Bologna - E' il giapponese Arata Isozaki l'architetto vincitore del concorso internazionale per la Grande Stazione Centrale di Bologna, bandito dal gruppo Ferrovie dello Stato per riqualificare la maglia urbana interrotta dalla ferrovia. Saranno 340 i milioni di euro da investire per il progetto la cui realizzazione richiederà sei anni. Ad annunciare il nome di Isozaki l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti, il sindaco di Bologna, Sergio Cofferati, il presidente della Regione Emilia Romagna Vasco Errani e il presidente della Provincia di Bologna Beatrice Traghetti.

 

Moretti ha precisato che i lavori inizieranno ''tra un anno e qualche mese'', mentre Cofferati ha sottolineato l'importanza di un'opera destinata a ''rivoluzionare il profilo urbanistico della città''. ''Quando abbiamo bandito il concorso, l'idea era di destinare - ha ricordato- alla città nuova grande stazione di superficie con la sua tradizionale funzione e, in aggiunta, quella di un punto di snodo''. ''Quindi, non solo una stazione accogliente - ha precisato- ma anche una parte nuova mai immaginata in precedenza per la nostra città''. Il primo cittadino di Bologna ha insistito anche sulla qualità e sulla internazionalità degli studi di architettura che hanno partecipato al concorso, la cui giuria e' stata presieduta dall'architetto Gae Aulenti. ''Un fatto che dimostra - ha detto- qual e' apprezzamento per questa comunità da parte di altri paesi lontani nel mondo''.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ad di Ferrovie dello Stato ha spiegato, invece, che ''non era facile gestire un'operazione così complessa con questa rapidità''. ''I tempi sono importanti perchè i lavori per l'alta velocità stanno andando avanti e rispetteranno i tempi. Riusciremo a fare sì che sui sistemi ferroviari veloci venga costruito un nuovo sistema di relazioni''. Per quanto riguarda le modalita' di finanziamento, Moretti ha reso noto che tutto avverrà in project financing ''perchè lo Stato non ha piu' soldi''. E se l'investimento complessivo è di 340 mln di euro, 150 mln circa di questi serviranno per la costruzione della stazione in senso stretto. In tutto, la superficie complessiva da edificare e' di 162mila metri quadrati, tra i quali 42mila per la nuova stazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -