BOLOGNA - Arrestato a Palermo per rapine in banca ad Argelato

BOLOGNA - Arrestato a Palermo per rapine in banca ad Argelato

BOLOGNA - Nel pomeriggio del 19 maggio 2007 i Carabinieri del Reparto Operativo di Palermo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di FRAGALE Filippo, 23 enne palermitano residente ad Argelato, ma dal febbraio scorso agli arresti domiciliari presso l’abitazione di una parente nel quartiere “Zen” del capoluogo siciliano, poiché responsabile di 2 rapine aggravate perpetrate ai danni di 2 banche di Argelato.


La 1^ rapina, commessa alle ore 11.30 del 18.01.2006 presso la AEMILBANCA di via Argelati, aveva fruttato ai 3 rapinatori 6.875 €; nella circostanza i malviventi non erano armati, ma avevano agito minacciando gli impiegati con strattoni, spintoni ed urla, nonché disponendoli contro la parete, con l’aggravante di avere agito travisati con sciarpe e cuffie di lana.

La 2^ rapina, commessa alle ore 15.10 del 29.01.2007 presso la Banca CREDEM di via Galliera, aveva permesso ai 3 rapinatori di impossessarsi di € 1.450; in questo caso solo 2 dei 3 i malviventi erano travisati, mentre il terzo (FRAGALE, per l’appunto) aveva agito a volto scoperto. A differenza della rapina dell’anno prima, in questo caso i malfattori erano armati di cutter.

Le indagini, coordinate dal Dottor PIRO, hanno portato i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di San Giovanni in Persiceto ad individuare FRAGALE Filippo, pregiudicato per reati specifici, che, alcuni giorni dopo la commissione della 2^ rapina (01.02.2007), si è costituito presso la caserma sede del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo, ove FRAGALE confessava la commissione della sola rapina del 29.01.2007. Il giovane, dopo essere stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto, è stato successivamente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso l’abitazione di una parente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto i Carabinieri di Persiceto hanno condotto serrate indagini che hanno permesso, attraverso la raccolta di testimonianze delle persone rapinate e l’attenta visione delle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza della banche, non solo di confermare la responsabilità di FRAGALE relativamente alla rapina del 29.01.2007, ma anche in merito a quella dell’anno prima. Ad incastrarlo è stato un tatuaggio “tribale” sul collo del giovane, particolare che, nonostante il travisamento, non è sfuggito all’attenzione degli impiegati della banca e all’occhio della telecamera. FRAGALE, che ha negato l’accusa in merito alla prima rapina, è stato accompagnato dai Carabinieri di Palermo presso il carcere Ucciardone, ove rimarrà a disposizione della competente autorità giudiziaria.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -