BOLOGNA - Arte, cultura e spettacolo al circolo Pavese.it

BOLOGNA - Arte, cultura e spettacolo al circolo Pavese.it

BOLOGNA - Arte, cultura e spettacolo saranno protagonisti, il prossimo 9-10-11 febbraio, al circolo Pavese.it di Bologna per la tre giorni di happening senza sosta in cui si alterneranno artisti della parola, delle forme, del movimento, dello spazio e della musica. L’evento è patrocinato dal Comune di Bologna - Quartiere Saragozza.

La tre giorni avrà tra gli ospiti fissi due pittrici, Francesca Tarsitano, Vera Davidescu e due scrittori Vanes Ferlini e Giovanni Frenda, che presenteranno le loro opere.


Francesca Tarsitano, insegnante di economia aziendale esprime la sua creatività nell’arte che racchiude in una citazione " l'arte è come uno spazio potenziale, una zona intermedia, un arco di dialogo tra la realtà psichica interna e la realtà esterna". I suoi simboli sono figure e volti di donna in paesaggi un po’ irreali, oppure figure asessuate senza volto, in cui Tarsitano cerca di individuare l’essere umano nelle sue molteplici situazioni.

Vera Davidescu, grafica pubblicitaria, porta sulla tela ciò che il computer non può fare. Il soggetto dei suoi quadri è il suono, in cui l’artista esprime l’astrazione della musica, l’elaborazione della melodia, l’armonia tra suono e ritmo. Da sempre affascinata dalla musica e dalla sua potenza di comunicazione, non ha saputo resistere a questa sfida: l’introspezione per elaborare una percezione così complessa come l'astratto del suono.

Il poeta Vanes Ferlini e lo scrittore Giovanni Frenda, artisti del pensiero scritto, invece, ci faranno conoscere le loro opere inedite.


Vanes Ferlini, bancario di professione, ma fuori dal lavoro un poeta-scrittore, presenterà “D’Oltresogno”, una raccolta di novelle per ragazzi e per adulti sempre ragazzi. Queste pagine sono il soffio delicato di una carezza. Qui la dimensione fantastica non giunge da mondi lontani, bensì corre parallela alla quotidianità, riveste di sapore nuovo le vicende umili, lascia intravedere squarci della straordinaria avventura che siamo soliti chiamare semplicemente esistenza.

Giovanni Frenda titolare di un’agenzia viaggi, presenterà il suo ultimo libro “Racconti del cuore”. Storie di uomini e sentimenti descritti con un’incredibile forza ed energia. Frenda si definisce un pittore, infatti, sostiene: “ Spesso mi sento un pittore perchè mi piace dipingere un momento della vita, amo bloccare un sentimento, un’emozione, per poterla condividere con i miei lettori, usando tutti i colori di cui dispongo”.


Tra gli altri ospiti che si susseguiranno in questi giorni da segnalare il gruppo di cabaret “Ce la possiamo fare”, artisti che oltre alla live music, prenderanno di mira delle famose canzoni per farne delle sceneggiate. Progetto Satyria, il gruppo del sud, darà vita ad un turbine di tarantelle e pizzica. Un nome per niente casuale, Satyria definita la ninfa delle arti, rappresenta la particolarità del gruppo, ovvero, l’unione tra canto, teatro e danza per comunicare emozioni profonde e rendere comprensibili le parole e i balli tipici del sud Italia.

Il gruppo EAR, invece, farà una performance tutta musicale a ritmo di jazz & Blues. Samira con le sue onde sinuose metterà in scena una danza del ventre tra veli, misteri e ombre avvolgenti, seguita dalle sue ancelle.


Tralivia, performer aerea presenterà, i corsi di tessuto aereo con una dimostrazione pratica di questa disciplina circense, che consiste in una danza nell’aria con grandi effetti coreografici con il solo ausilio di tessuto.

La poesia improvvisata quella che nasce da una parola e si schiude nella bellezza di una rima poetica, sarà messa in scena dalla Sezione Strapoesia dell’associazione Via De’ Poeti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La regia della tre giorni è curata da Sebastiano Spada con la collaborazione di Perazzi C’è. Per informazioni più dettagliate sul programma, che prevede anche buffet e aperitivi su prenotazione, è possibile consultare il sito www.pavese.it oppure telefonare al numero 338.1192900.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -