Bologna: arte partecipativa, se ne discute in Fiera con Monica Donini

Bologna: arte partecipativa, se ne discute in Fiera con Monica Donini

BOLOGNA - Possibilità, limiti e sfide delle dinamiche di partecipazione nell'arte contemporanea come potenziale strumento per contribuire a sviluppare un condiviso senso di appartenenza alla comunità.

 

Se ne discuterà ad Arte Fiera-Art First con la presidente dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, Monica Donini, sabato 30 gennaio alle ore 14.00 a Bologna (Art Talks - Hall 18 - piazza Costituzione 6) nell'ambito della tavola rotonda ‘Arte Partecipativa. Approcci creativi al concetto di comunità', assieme a Rudolf Frieling, Alfredo Jaar, Bert Theis. A moderare l'incontro promosso dall'Assemblea legislativa, in collaborazione con LaRete Art Projects, ci sarà Julia Draganovic.

 

Da tempo, il classico rapporto fra spettatore e oggetto d'arte non è più l'unica relazione che si crea fra artista e pubblico. Già a partire della seconda metà del Novecento si manifesta la tendenza a cancellare i confini fra artista, opera e spettatore, e tuttavia ancora oggi un coinvolgimento capace di generare nuove comunità creative non solo nel processo di fruizione, ma anche nella produzione artistica di quelli che non si considerano, o almeno non in primo luogo, artisti, rimane una sfida permanente per molti artisti.

 

L'Assemblea legislativa guarda con interesse a questo tipo di ricerca artistica, nella convinzione che la diffusione dei più importanti valori sociali passi anche attraverso percorsi e linguaggi nuovi, che facciano leva sui tasti della creatività. Da qui la decisione di istituire un Premio d'Arte Partecipativa, con l'obiettivo di promuovere, anche attraverso il linguaggio universale dell'arte, nelle sue forme più innovative, la cultura dell'appartenenza e della partecipazione

Il presente è valido come invito

 

Rudolf Frieling è curatore di Media Arts al San Francisco Museum of Modern Art e professore incaricato presso il California College of Art e il San Francisco Art Institute. Dal 1994 al 2006 é stato curatore e ricercatore al ZKM - Zentrum für Kunst und Medientechnologie (Centro per l'arte e la tecnologia dei media) a Karlsruhe, Germania. I suoi progetti curatoriali e editoriali includono tra l'altro Media Art Net e 40yearsvideoart.de entrambi esposti al ZKM e al SFMOMA e di recente In Collaboration e The Art of Participation: 1950 to Now, un'indagine dei concetti storici e contemporanei dell'arte partecipativa.

 

Alfredo Jaar è artista, architetto e filmmaker che vive e lavora a New York. Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo. Ha realizzato più di 50 interventi pubblici in tutto il mondo. Ha partecipato alle Biennali di Venezia (1986, 2007), São Paulo (1987, 1989), Sydney (1990), Istanbul (1995), Kwangju (1995, 2000), Johannesburg (1997) e Sevilla (2006) come alla Documenta (1987, 2002) di Kassel. Tra le sue principali mostre: New Museum of Contemporary Art, New York (1992); Whitechapel, London (1992); Museum of Contemporary Art, Chicago (1992); Moderna Museet, Stockholm (1994); MACRO, Roma (2005); Fundación Telefónica, Santiago (2006); Musée des Beaux Arts, Lausanne (2007); Hangar Bicocca e Spazio Oberdan, Milano (2008).

 

Bert Theis, artista e curatore, nato a Lussemburgo nel 1952, con base a Milano dal 1992. Ha co-fondato out-Office for Urban Transformation e Isola Art Center a Milano, due progetti collettivi a lungo termine. Bert Theis é un creatore di piattaforme aperte alla partecipazione e alle attività autogestite. Ha fatto mostre in diversi musei, realizzato installazioni nello spazio pubblico e partecipato a eventi d'arte internazionali come la Biennale di Venezia 1995, Skulptur Projekte Münster 1997, Arte all'Arte 1998, Manifesta 1998 e numerose altre biennali in Europa e in Asia. Nel 2009 ha curato Territoria 4, un progetto della Provincia di Prato.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -