Bologna: con il 'Patto per la sicurezza' reati in calo del 22,2%

Bologna: con il 'Patto per la sicurezza' reati in calo del 22,2%

Bologna: con il 'Patto per la sicurezza' reati in calo del 22,2%

BOLOGNA - Diminuiscono i reati nella provincia Bologna. Rispetto al primo semestre del 2007, si è assistito ad una diminuzione del 22,2% (da 43.039 a 33.479). I dati sono stati presentati dal Prefetto di Bologna, Angelo Tranfaglia, e dal sindaco, Sergio Cofferati. Il primo cittadino firmò il Patto per la sicurezza il 19 giugno dello scorso insieme all'allora Sottosegretario agli Interni Marco Minniti, che portò ad un rinforzo di 150 uomini in divisa. I furti sono diminuiti del 28,6%, le violenze sessuali del 34,5%, le rapine del 27%, lo sfruttamento della prostituzione del 25%, le minacce del 9,8%, le estorsione del 5,2% e le frodi telematiche dell'1%. In aumento, invece, lo spaccio di sostanze stupefacenti (+6,1%).

 

"Con il Comune, la Provincia e la Regione - ha commentato il prefetto Angelo Tranfaglia - abbiamo condiviso una valutazione sicuramente positiva degli effetti del Patto, ora dovremo vedere meglio nel dettaglio come migliorare ulteriormente la situazione e su quali settori concentrarci". "Soddisfatto per l'andamento positivo costante che c'e' stato mese dopo mese" si e' detto anche il sindaco Cofferati che ha ricordato come "si sono sommate la tendenza nazionale a quella locale". Cofferati ha anche elogiato il lavoro di raccolta dati, promettendo che "lavoreremo su questi numeri, visto che li abbiamo per la prima volta in maniera cosi' specifica, e saranno una preziosa base di informazioni anche per scegliere e verificare le azioni amministrative".

 

Su questo scarto tra il senso comune ed i dati reali legati alla sicurezza e' intervenuto anche il questore Merolla osservando che, ad esempio, "a Bologna si fa un gran parlare della famigerata zona universitaria, ma in realta' non c'e' li' una concentrazione particolare di reati. Al contrario, essendo i borseggi i reati piu' frequenti, insieme ai furti nei negozi, si registrano piu' illeciti in zone come via Indipendenza, Ugo Bassi e Rizzoli perche' sono vie su cui si affacciano molte attivita' commerciali". Ad ogni modo, ha concluso il numero uno della polizia di Bologna, "per quello che riguarda la percezione dei cittadini sara' fondamentale il lavoro fatto insieme al Comune".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -