BOLOGNA - Confessa omicidio nonno ma non il movente

BOLOGNA - Confessa omicidio nonno ma non il movente

Bologna, 6 mag. - (Adnkronos) - Un interrogatorio lungo e teso, voluto dalla difesa, durante il quale ieri il 22enne bolognese Gianluca Vallini ha confessato di avere ucciso il nonno Giancarlo Orbellanti, imprenditore cofondatore della Comet. In quelle due ore in cui nel carcere bolognese della Dozza ha parlato con il pm della Procura felsinea Massimiliano Serpi e gli investigatori della Squadra mobile di Bologna il giovane non ha mai pianto.

Era solo agitato e poi pian piano si e' calmato confermando la ricostruzione che gia' avevano fatto gli inquirenti. Ha raccontato di quei momenti in cui poco prima delle 19 del 18 aprile scorso ha esploso 3 colpi di pistola contro il nonno che non gli voleva dare piu' i soldi per fare la bella vita a Montecarlo dove studiava.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo avere ucciso il nonno il giovane sali' sullo scooter rosso noleggiato il giorno prima e torno' a casa in via Titta Ruffo non molto distante da via Napoli dove ha commesso l'omicidio. Un testimone pero' aveva preso il numero di targa e per la polizia non fu difficile trovarlo. Sul posto perse anche un tagliandino pubblicitario di un radiotaxi di Napoli che aveva chiamato con il suo cellulare il 15 aprile durante una breve vacanza con la madre nella citta' partenopea. Tutti elementi che lo hanno incastrato.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -