Bologna: distrusse statua durante l'occupazione accademia, pagherà 2mila euro

Bologna: distrusse statua durante l'occupazione accademia, pagherà 2mila euro

BOLOGNA - Il pubblico ministero della Procura felsinea, Luigi Persico, ha chiuso le indagini sulla statua di Dioniso distrutta da uno studente durante l'occupazione dell'Accademia di Belle Arti di Bologna cominciata il 4 dicembre scorso per protesta contro il decreto Gelmini. Al giovane, uno studente cileno di 26 anni che vive a Bologna, è stato notificato l'avviso di fine indagine nel quale gli vengono contestati i reati di danneggiamento aggravato e distruzione di bene storico.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' molto probabile però che il reato di danneggiamento cada perchè come è emerso dalle indagini la distruzione non sarebbe stata volontaria. Il responsabile ha sempre ammesso, infatti, che la statua era caduta mentre la spostava per fare le pulizie in vista della fine dell'occupazione. Il secondo reato prevede invece una oblazione di circa 2.000 euro.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -