Bologna: dopo il Cinzia-gate Delbono vicino alle dimissioni

Bologna: dopo il Cinzia-gate Delbono vicino alle dimissioni

Bologna: dopo il Cinzia-gate Delbono vicino alle dimissioni

Flavio Delbono è pronto a dimettersi da sindaco di Bologna. Lo si apprende dal tam tam che circola tra Palazzo d'Accursio (sede del Comune) e viale Aldo Moro (sede della Regione). Una voce che, in qualche modo, lo stesso Delbono confermerà con una conferenza stampa , come riportato da "Repubblica": una presunta decisione legata al fatto che "la citta' viene prima di tutto. Anche prima di me". "Forme e modi li definira' Delbono, ma i tempi non saranno lunghi", si afferma del Pd bolognese.

 

"L'ipotesi dell'autosospensione non e' in campo". Si profila dunque, come ventilato gia' da sabato scorso dopo l'interrogatorio, la gestione prefettizia della citta' fino alla prima data utile per il voto, nel 2011.

 

Secondo "Repubblica" anche l'ex premier Romano Prodi, a cui Delbono è da sempre molto vicino, starebbe giocando un ruolo in questa vicenda: e l'ipotesi di fare un passo indietro sarebbe tutt'altro che campata per aria.

 

Il primo cittadino parlera' per la prima volta all'aula del Consiglio comunale del proprio coinvolgimento nel Cinzia-gate, inchiesta nella quale e' indagato per peculato, abuso d'ufficio e truffa aggravata. La relazione dovrebbe avvenire poco dopo le 15: poi Delbono incontrera' di nuovo i giornalisti per spiegare le sue intenzioni. A chi gli ha parlato nelle ultime ore Delbono ha assicurato che non e' sua intenzione annunciare in aula il proprio addio (a quel punto, verrebbe sciolto il Consiglio comunale e subenterebbe il commissariamento). Ma il sindaco fara' marcia indietro sul suo proposito di non dimettersi neanche in caso di rinvio a giudizio ("non mi sfiora neanche il cervello", era la sua risposta in materia di dimissioni sabato pomeriggio).

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -