Bologna: elezioni bloccano cittadinanza onoraria a Roberto Saviano

Bologna: elezioni bloccano cittadinanza onoraria a Roberto Saviano

Bologna: elezioni bloccano cittadinanza onoraria a Roberto Saviano

BOLOGNA - Stop alla cittadinanza onoraria di Bologna a Roberto Saviano, l'autore del best-seller "Gomorra". Il riconoscimento, già approvato dal sindaco Sergio Cofferati e da tutto il Consiglio comunale, sarà assegnato solo dopo le elezioni amministrative del 6 e 7 giugno. Il motivo? Il rischio di "strumentalizzazioni" a fini elettorali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un pericolo,  spiegato nel corso della riunione dei capigruppo di Palazzo D'Accursio che si è svolta mercoledì mattina, non legato tanto alla figura di Saviano, quando a quella di Pino Masciari, in odore di candidatura alle europee, anch'egli destinatario della cittadinanza onoraria di Bologna per la sua lotta all'Ndrangheta.

Dato che il Comune ha intenzione di attribuire insieme i due riconoscimenti, si è deciso di sportarli dopo le elezioni, ma prima dell'insediamento della nuova giunta . "L'importante - ha spiegato la capogruppo Sd Milena Naldi, promotrice della cittadinanza onoraria a Saviano- è che lo si faccia in questo mandato". In ogni caso lo scrittore, che vive da tempo sotto scorta, "non verrebbe di persona a Bologna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -