Bologna: elezioni, Cazzola promette la rivoluzione del traffico

Bologna: elezioni, Cazzola promette la rivoluzione del traffico

BOLOGNA - Una rivoluzione del traffico. E' quanto promesso da Alfredo Cazzola qualora venisse eletto sindaco di Bologna nelle elezioni del giugno prossimo. Il candidato alla poltrona da primo cittadino lo ha confermato ai microfoni di radio Sanluchino rispondendo ad una domanda di un'autista dell'Atc su cosa ne pensasse di "Sirio" e "Rita".

"L'attuale modalità di accesso al centro storico - ha esordito Cazzola - è tutta da rifare. Non e' efficace, obbliga i cittadini a fare giri molto piu' lunghi. Noi prevediamo un piano di attraversamento del centro storico tutto diverso". E poi, ha attaccato, dando un giudizio severo del trasporto pubblico a Bologna, "il traffico in questi anni non e' mai stato deciso dall'assessorato competente, ma dall'Atc".  

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel mirino dell'ex patron rossoblù, nell'incontro con i cittadini del quartiere Saragozza tenuto martedì sera, è finita la corsia preferenziale di via Farini. "Quello e' uno degli strumenti sadomaso che l'ammnistrazione comunale di Bologna ogni tanto ha applicato da qualche parte", ironizza. "Non si capisce - ha aggiunto - dov'e' la lotta alle missioni nocive nel far girare i cittadini per dieci chilometri, quando potrebbero fare 300 metri. Il consumo di benzina cresce e pure le emissioni nocive". Poi la promessa: "sara' un argomento del futuro piano del traffico. Ci daremo un bell'occhio, se saremo noi i responsabili dell'amministrazione".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -