BOLOGNA - Fonderie Sabiem, Bortolazzi (Pdci): ''Grande la dignità dei lavoratori''

BOLOGNA - Fonderie Sabiem, Bortolazzi (Pdci): ''Grande la dignità dei lavoratori''

BOLOGNA - “Questa mattina ho portato personalmente la mia solidarietà al presidio permanente delle Fonderie Sabiem, acquistando diverse quote per la cena di sabato 15 dicembre e garantendo alle lavoratrici e ai lavoratori in lotta il mio totale ed incondizionato appoggio”.


E’ quanto dichiara Donatella Bortolazzi (Pdci) in merito alla crisi delle fonderie Sabiem.


“Sono rimasta davvero colpita dalla grande dignità di quelle persone e dalla loro accoglienza schietta, calorosa e persino allegra, nonostante tutto. ‘La fonderia o la ami o non ci lavori’, mi dice uno di loro. Evidentemente però non tutti la amano, dal momento che i racconti sulle condizioni di lavoro che operaie ed operai, ma anche impiegate ed impiegati, hanno voluto condividere con me sono qualcosa di incredibile e rimandano a situazioni da anni ’50. Davanti ai miei occhi si è delineata in tutta la sua chiarezza la strategia della proprietà di portare al suicidio una fabbrica che solo fino a pochi mesi orsono aveva abbondanza di lavoro: qui nessuno ha dubbi, si tratta di una manovra speculativa, il terreno su cui sorge la Sabiem è davvero molto appetibile”.


“Ma un dato positivo c’è. La straordinaria gara di solidarietà che spinge ogni giorno decine di persone di diversa natura ed estrazione sociale a portare la loro vicinanza alle lavoratrici ed ai lavoratori credo faccia davvero bene alla città di Bologna, capace di risvegliarsi da un torpore che durava da parecchi anni. Solo durante la mia visita il presidio è stato raggiunto da rappresentanti dell’Anpi, dello Spi-Cgil e da tante e tanti semplici cittadini: chi porta un panettone, chi un pacco di pasta, chi lascia qualche euro, chi prenota per la cena. La lotta della Sabiem è viva e le persone che da un mese impediscono con fermezza ma in modo pacifico e nonviolento l’accesso e l’uscita dei macchinari ci dicono che tutte e tutti dobbiamo impegnarci affinché un altro pezzo storico del nostro tessuto produttivo non se ne vada in fumo”.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -