Bologna, il caso: paga panciera 74 euro in più di un privato

Bologna, il caso: paga panciera 74 euro in più di un privato

Bologna, il caso: paga panciera 74 euro in più di un privato

Una panciera sanitaria per una pensionata operata è costata all'Ausl 112 euro, mentre privatamente eè stata acquistata 38 euro. Tutto è accaduto a Bologna, scrive il 'Quotidiano Nazionale', dove la pensionata dopo essere stata operata, perchè sofferente di una patologia renale, ha dovuto comperare e indossare una ventriera su misura.

 

Maria Cristina Draghetti, questo il nome della donna, un'ex impiegata ora in pensione, la comprò privatamente in una sanitaria pagandola 38 euro. Sei mesi dopo ne ha chiesta e ottenuta un'altra dall'Ausl, attraverso un certificato medico, e l'azienda sanitaria ha pagato lo stesso modello di panciera, prodotto e venduto dalla stessa ditta, 112,87 euro.

 

L'amministratore delegato della sanitaria che ha venduto le due panciere, la dottoressa Antonietta Zaccarini, ha spiegato che alla differenza di costo ci sono le "disposizioni ministeriali pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 27 settembre 1999 e il Nomenclatore con le tariffe che ne è derivato".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -