Bologna, il Pdci rompe con Cofferati: "Troppa autosufficienza"

Bologna, il Pdci rompe con Cofferati: "Troppa autosufficienza"

Il giorno dopo la ricandidatura a sindaco di Sergio Cofferati, si consuma la rottura con i Comunisti italiani. Il Comitato federale bolognese del Pdci ha valutato che "sono venute meno le ragioni di prosecuzione dell'esperienza nella giunta Cofferati". La notizia viene diffusa dalle agenzia attraverso un comunicato del segretario del Pdci, Stefano Grondona.

 

Il quale ha dovuto affrontare più di una difficoltà per fare passare questa posizione all'interno del suo partito; contro la rottura erano l'assessore comunale Anna Patullo e Paolo Guerrini, commissario del partito in Emilia-Romagna.

 

Ufficialmente la decisione di togliere l'appoggio a Cofferati nasce dalla "accentuazione operata dalla giunta, dopo la vittoria della destra, dei caratteri più repressivi e regressivi sul piano sociale". Inoltre viene accusato Cofferati di aver "ripetutamente ostentato la propria volontà di autosufficienza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -