Bologna, l'addio di Mihajlovic: "Chiedo scusa a tutti quanti"

Bologna, l'addio di Mihajlovic: "Chiedo scusa a tutti quanti"

Bologna, l'addio di Mihajlovic: "Chiedo scusa a tutti quanti"

Mihajlovic non è più l'allenatore del Bologna. Il tecnico serbo, subentrato a Daniele Arrigoni, lascia la squadra rossoblu in terz'ultima posizione e in piena lotta per non retrocedere. Ma il guerriero ci tiene a salutare giocatori, tifosi e anche la società, proprio in una nota diffusa dal sito internet del Bologna: "Ringrazio in particolare la famiglia Menarini, scusandomi con loro per non essere riuscito a soddisfare le loro aspettative". Al suo posto Giuseppe Papadopulo.

 

"In modo particolare - si legge nella nota - vorrei significare la grande professionalità e partecipazione dei componenti il mio gruppo di lavoro, la fantastica ed eccezionale disponibilità datami da tutti i calciatori, ma soprattutto voglio ringraziare la famiglia Menarini per la grandissima opportunità professionale concessami: allenare un grande club come il Bologna".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Approfitto infine di questa occasione - conclude Sinisa - per invitare i tifosi a stringersi intorno al nuovo allenatore e a tutti i calciatori per aiutarli a raggiungere il traguardo della permanenza nella massima serie, che la città e la gloriosa storia del club ampiamente meritano. Forza Bologna".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    Caro Sinisa, premetto che sono tifoso del Toro e fintanto che eri allenatore del Bologna, ti temevo per la salveza della mia squadra. Tu sei un buon allenatore e vali molto più del nuovo che ti ha tolto la sedia da sotto il sedere: Tu, e lo ribadisco, non hai colpa se la squadra rosso-blu si trova in fondo alla classifica: quando i padroni spendono soldi in modo ignobile e pretendono di fare una squadra da salvarsi facilmente con dei "brocchi" (non faccio nomi per sola pietà degli stessi), se ciò non avviene la colpa è sempre dell'allenatore, mai dei giocatori anche se sono scarsi (lo dimostra il fatto che nessuno li cercava neppure nella campagna di Gennaio. Ti faccio tanti Auguri per il prossimo anno e sono sicuro che la mia speranza che il Toro si salvi, adesso è più che doppia.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -