BOLOGNA - Lavoro, accordo per gestione esuberi 'Amalind'

BOLOGNA - Lavoro, accordo per gestione esuberi 'Amalind'

Bologna, 28 mar. - (Adnkronos/Labitalia) - Si ricuce lo strappo tra i sindacati e i vertici della 'Amalind srl', l'azienda bolognese specializzata nella produzione di macchine lavasecco e lavametalli che lo scorso autunno aveva avviato una procedura per la collocazione in mobilita' di 14 dei 48 dipendenti occupati nello stabilimento di Castel Maggiore. L'accordo per la gestione degli esuberi, firmato oggi, prevede la loro riduzione da 14 a 10 e che l'azienda corrisponda a ognuno un incentivo all'esodo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

''Stiamo lavorando -ha spiegato l'assessore Maier- affinche' anche la 'Amalind' possa rientrare nel progetto di filiera lavasecco che stiamo mettendo a punto con le imprese interessate e le loro organizzazioni di rappresentanza. Oggi, nel bolognese, sono due le aree in cui sono concentrate le aziende del settore: Calderara di Reno e Funo di Argelato. Pensiamo che si possano attuare strategie d'impresa comuni, non tanto per quanto riguarda le politiche commerciali, quanto nell'ambito dell'innovazione e della ricerca e sviluppo del settore lavasecco''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -