Bologna, neonato morto. Il padre: ''Non siamo clochard''

Bologna, neonato morto. Il padre: ''Non siamo clochard''

BOLOGNA - I genitori del bimbo di 20 anni morto la vigilia dell'Epifania all'ospedale ‘Sant'Orsola' di Bologna sono stati ascoltati martedì mattina come persone informate dei fatti. Il fascicolo, per il momento senza ipotesi di reato, è ancora contro ignoti. Gli inquirenti vogliono delineare tutti i contorni della vicenda definendo le condotte dei genitori e dei servizi sociali per capire che cosa sia successo. Si attendono i risultati dell'autopsia per conoscere la causa della morte del neonato.

 

Il padre del piccolo ha nel frattempo chiarito che con la famiglia risiede in una casa in affitto in via delle Tovaglie. "Stavamo andando lì martedì, quando Devid si è sentito male in piazza Maggiore. E sono stato io a chiamare il 118, quando ho visto che non respirava più", ha chiarito. L'uomo ha affermato di avere un presente precario di lavoretti saltuari di imbiancatura e muratura. Ma da prima di Natale ha spiegato di non far più nulla.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -