Bologna: occupazione capannone via Zanardi, attivisti 'Crash' verso rinvio giudizio

Bologna: occupazione capannone via Zanardi, attivisti 'Crash' verso rinvio giudizio

BOLOGNA - Mercoledì mattina la polizia ha sgomberato il capannone di via Zanardi, alla periferia di Bologna, occupato un anno fa dal collettivo ''Crash''. Le operazioni sono cominciate intorno alle 7 e si sono concluse senza incidenti. Già a suo tempo per le persone identificate erano scattate le denunce di imbrattamento, danneggiamento e invasione di edifici. A tredici attivisti, tra cui quattro donne, il pm Luca Tampieri ha fatto notificare l'avviso di fine indagine, un provvedimento che solitamente prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questi giorni, infatti, la Procura ha chiuso le indagini su chi lo occupò il 6 ottobre dello scorso anno. Gli attivisti, oltre che occupare lo stabile, bloccarono la circolazione ferroviaria per quasi un'ora, occupando i binari su cui passa la linea Bologna-Venezia.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -