Bologna: omicidio prostituta, c'è un fermo

Bologna: omicidio prostituta, c'è un fermo

BOLOGNA - Svolta nelle indagini relative all'omicidio della prostituta romena di 22 anni consumatosi nella notte tra sabato e domenica a Bologna. Gli uomini della Squadra Mobile, coordinati dal pm Giuseppe Di Giogio, hanno fermato un italiano. A soccorrere la vittima, che aveva numerose coltellate all'addome e alla schiena, era stato un amico bolognese di 60 anni contattato telefonicamente dalla giovane: "aiuto, aiuto, sto male".

 

Subito sul posto sono intervenuti i sanitari del ‘118'. Il corpo della donna ancora in vita è stato recuperato in via delle Serre, alla periferia ovest della città. La giovane, purtroppo, è deceduta durante il trasporto all'ospedale Maggiore. Il magistrato che ha disposto l'autopsia, ha interrogato l'amico che ha dato l'allarme.

 

L'uomo, a quanto la polizia ha accertato al momento, era effettivamente in casa quando ha ricevuto la telefonata e quindi si esclude che sia coinvolto nell'aggressione. La donna quando è stata soccorsa dal personale medico si trovava ad alcune centinaia di metri dal luogo dove si prostituiva abitualmente, lungo via Marco Emilio Lepido.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -