Bologna: operazione antiprostituzione: tre arresti e sei indagati

Bologna: operazione antiprostituzione: tre arresti e sei indagati

Bologna: operazione antiprostituzione: tre arresti e sei indagati

BOLOGNA - Tre persone (due fratelli serbi e un romeno) arrestate e sei indagate nell'ambito di un'operazione contro lo sfruttamento della prostituzione da parte dei Carabinieri della Compagnia di Borgo Panigale. Le misure sono state chieste dalla pm della Dda di Bologna Lucia Musti e concesse dal gip Milena Zavatti. Per tutti e nove le accuse sono sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e per il romeno riduzione in schiavitù.

 

Le manette sono scattate nei confronti del 29enne Samir Lukovic e del fratello Damir di 27 anni. I due sono regolari e residenti a Castelnovo nei Monti, sull'appennino reggiano; e Cornelio Costantin Stefan, romeno di 39 anni, residente in provincia di Modena. Le indagini, durate circa un anno, hanno permesso ai militari di appurare come otto dei nove indagati sfruttavano le ‘lucciole', prostituendole tra il bolognese ed il modenese.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nono indagato è un 50enne di San Felice Sul Panaro, titolare di un albergo situato nella zona industriale dove ogni tanto si prostituivano le giovani. Due degli indagati, anche loro romeni, sono attualmente irreperibili.  Dal lavoro degli inquirenti è inoltre emerso che i romeni erano costretti a versare agli arrestati un affitto di 50 euro a notte per ogni prostituta che si vedeva per strada.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -