BOLOGNA - Ragazzina morì in sala operatoria, avviso fine indagine ad anestesista

BOLOGNA - Ragazzina morì in sala operatoria, avviso fine indagine ad anestesista

Bologna, 29 gen. - (Adnkronos) - Secondo i periti del gip di Bologna Michele Guernelli il farmaco usato per contrastare l'ipertensione era inadatto e potenzialmente pericoloso e le manovre rianimatorie furono inadeguate.

Per questo, secondo l'accusa, il 6 settembre del 2005 Alice, una ragazzina di 14 anni, mori' durante un intervento oculistico nella clinica privata Villa Erbosa.

Alla luce dei risultati dell'incidente probatorio, contestati dalla difesa, il pm della Procura felsinea Stefano Orsi ha inviato un avviso di fine indagine, che solitamente prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, all'anestesista rianimatrice che quel giorno era in sala operatoria insieme a un altro rianimatore, al medico chirurgo oculista e a tre infermieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -