BOLOGNA - Riesame lascia in carcere 2 anarchici che imbrattavano muri centro

BOLOGNA - Riesame lascia in carcere 2 anarchici che imbrattavano muri centro

Bologna - Per il Tribunale del Riesame di Bologna devono restare in carcere due dei cinque anarchici arrestati nella notte tra il 14 e il 15 ottobre scorso perchè sorpresi a tracciare scritte anarchiche sui muri di Strada Maggiore, nel centro del capoluogo emiliano. I giudici hanno così respinto le richieste della difesa e hanno lasciato dietro le sbarre della Dozza Juan Antonio Sorroche Fernandez 30 anni di Barcellona e Miroslav Bogunovic croato di 37 anni.

Le richieste del pm della Procura felsinea Valter Giovannini erano state più dure. Il magistrato aveva chiesto un anno e 10 mesi per lo spagnolo e il croato e 1 anno e 4 mesi per gli altri. Con i cinque quella notte era stata fermata ma solo denunciata anche una 17enne di Rovereto.

Poco dopo l'una una pattuglia della Digos li aveva sopresi in strada Maggiore mentre imbrattavano alcuni muri con della vernice di colore rosso. In particolare, sotto il portico della chiesa di Santa Maria dei Servi e nei pressi della facolta' di scienze politiche avevano vergato delle scritte utilizzando degli stampi, tipo ''Vendetta'' con la A di anarchia, ''Libera ogni prigioniera'', con la A di anarchia, ''Ortura anitaria bbligatoria'', ''Uccidi il silenzio'', ''Servo non servi''.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -