BOLOGNA - Rubo' soldi al carcere, ex cassiere condannato a 4 anni

BOLOGNA - Rubo' soldi al carcere, ex cassiere condannato a 4 anni

Bologna - Dal 2000 al 2001 si impossesso', attraverso prelievi costanti, di circa un miliardo e 300 milioni di vecchie lire dalle casse del carcere bolognese della Dozza. Per questo oggi il Tribunale di Bologna ha condannato a quattro anni di carcere (un anno in piu' rispetto a quanto aveva chiesto il pm d'udienza Giuseppe Di Giorgio) per peculato Giuseppe Fiore, ex cassiere dell'istituto penitenziario, che nell'agosto del 2001 fini' anche dietro le sbarre nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla pm della Procura felsinea Lucia Musti e condotta dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria. Gli altri 300 milioni circa erano del carcere e venivano usati per pagare, per esempio, le indennita' di missione degli agenti di polizia penitenziaria. All'epoca gli investigatori ipotizzarono che Fiore, assiduo giocatore del lotto, avesse speso quel denaro proprio per giocare. E' vero che di soldi ne aveva vinti (piu' o meno 700 milioni quelli emersi dalle indagini della Guardia di Finanza), ma ne aveva anche persi. L'uomo si e' sempre dichiarato innocente, ma era comunque l'unico ad essere in possesso della chiave della cassa. Per quella vicenda finirono nei guai un direttore e un ex direttore del carcere per omissione di atti ufficio perche' secondo l'accusa non avevano vigilato sul cassiere, ma poi furono prosciolti in istruttoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -