BOLOGNA - Sabato convegno dedicato alle persone scomparse

BOLOGNA - Sabato convegno dedicato alle persone scomparse

BOLOGNA - Sono 35 le persone scomparse in Emilia Romagna dagli anni ’90 ad oggi (un unico caso nell’82), e che non sono mai state ritrovate.

Questi numeri sono tuttavia da ritenersi solo parziali di un fenomeno molto più ampio che colpisce l’Italia e anche la nostra regione.


35 sono, infatti, soltanto i casi conosciuti dall’Associazione Penelope Italia – Comitato Emilia Romagna (con sede a Cesena) e di cui si è occupata dal 1989 ad oggi la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?”.


È quindi evidente che coloro di cui non si è parlato in televisione o la cui notizia non sia giunta in associazione non siano purtroppo mai stati censiti.


Tali dati non tengono poi conto di tutti coloro che, scomparsi, sono stati per fortuna ritrovati.

Di queste vite senza più traccia si occuperà il Congresso regionale della Associazione Penelope – Comitato Emilia Romagna, dal titolo “Scomparsi…Per non dimenticare”, che si terrà sabato 24 novembre a Bologna.


L’evento, previsto nella Sala Polivalente dell’Assemblea Legislativa (in via Aldo Moro 50) e che coinvolgerà personaggi di spicco del mondo politico e della formazione in tema di persone scomparse, si avvale del Patrocinio della Assemblea Legislativa della Regione, dei Comuni di Bologna e Cesena e della Provincia di Forlì-Cesena.


L’appuntamento si configura come un passo importante in Emilia Romagna sul tema delle persone scomparse, piaga che in Italia interessa ogni anno circa 8mila individui, di cui 3mila minori. Anche se la maggior parte di essi vengono ritrovati, sono comunque troppi coloro di cui non si sa più nulla, lasciando nell’angoscia familiari e amici.


Il congresso prenderà il via alle ore 9,30 con i saluti del sindaco di Bologna Sergio Cofferati, del sindaco di Cesena Giordano Conti e del Presidente dell’Assemblea Legislativa regionale Monica Donini.


Seguiranno le relazioni della presidente dell’Associazione Penelope Emilia Romagna Marisa Degli Angeli e della presidente della Associazione Nazionale, l’onorevole Elisa Pozza Tasca.

Seguirà un intervento dell’onorevole Laura Bianconi dal tema: “Presentazione del testo di Legge a tutela degli scomparsi e delle loro famiglie”, nonché una relazione di Annamaria Giannini, ordinario di psicologia generale all’università romana La Sapienza, su “La formazione alle Forze dell’Ordine in tema di persone scomparse”.


Dopo un breve coffee break, il congresso proseguirà con testimonianze di familiari di scomparsi e del pubblico.


Le conclusioni della mattinata saranno riservate al prefetto Rino Monaco, coordinatore nazionale delle iniziative per le persone scomparse del Ministero dell’Interno.


Moderatrice dell’incontro sarà la giornalista Caterina Boschetti, che sta completando un’inchiesta internazionale sui minori scomparsi dagli anni ’60 ad oggi (in uscita per Newton Compton).

Obiettivo della giornata sarà anche la richiesta di inserire, nella stazione ferroviaria di Bologna, una bacheca con le immagini degli scomparsi, così come ad oggi sono presenti a Rimini, Cesena e Ravenna, grazie appunto alla associazione Penelope.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -