Bologna, sbanda con la minicar e muore nel fiume Savena a 17 anni

Bologna, sbanda con la minicar e muore nel fiume Savena a 17 anni

Bologna, sbanda con la minicar e muore nel fiume Savena a 17 anni

PIANORO - Non c'è stato nulla da fare per il giovane 17enne Luca Andreolli il cui corpo è stato rinvenuto esamine dai Carabinieri del Aliquota Radiomobile della Compagnia Carabinieri di San Lazzaro di Savena intorno alle ore 9.00 di domenica in Località Pianoro Vecchio, a lato della strada Fondovalle, a poche centinaia di metri da casa sua, nel vicino Villaggio Baldisserra. Il ragazzo è rimasto vittima di un incidente mortale con una minicar.

 

Precedentemente, verso le ore 5, alla Centrale Operativa del 112 era giunta una telefonata  con la quale la madre, in grave apprensione, ne denunciava il mancato rientro a casa. Secondo il racconto della donna, il giovane Luca, figlio unico, si era recato a Bologna per una festa di compleanno in zona Corte Isolani e, prima di tornare a casa, avrebbe accompagnato qualcuno (forse un amico) sui colli Bolognesi, ma, differentemente dalle sue abitudini, non aveva chiamato a casa per avvisare del ritardo e, cosa più allarmante, il suo telefono cellulare risultava irraggiungibile.

 

Immediatamente, da parte di tutte le Forze di Polizia, sono scattate le ricerche in tutta la provincia ed in particolare lungo il presunto tragitto compiuto dal ragazzo. Solo dopo qualche ora, una pattuglia di Carabinieri, insospettitasi per della terra leggermente smossa sul margine della carreggiata della strada Fondovalle sopra menzionata (tracce quasi impercettibili e difficilmente attribuibili ad un veicolo), ha fatto la macabra scoperta che ha spento ogni speranza su di una possibile "bravata" da parte del giovane, il cui corpo è stato rinvenuto con le cinture di sicurezza ancora allacciate all'interno di una minicar (di sua proprietà), trovata ribaltata sul letto del fiume Savena in prossimità di una piccola cascata che crea in quel punto una "buca" nella quale vi è circa un metro di acqua.

 

Tale tratto del Savena è posto a circa una decina metri al di sotto della sede stradale, al termine di una scarpata cosparsa di alberi e di altri ostacoli naturali che, purtroppo, non sono riusciti a fermare prima la corsa del veicolo.    Sul posto sono immediatamente intervenuti anche i Carabinieri della locale Stazione che, coordinati dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Bologna di turno Mescolini, hanno proceduto ai rilievi del caso al fine di ricostruire quanto accaduto.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento, stante l'assenza di frenate e/o di tracce in tal senso, sembra che si possa escludere un sinistro stradale con altri veicoli. La causa del decesso, probabilmente riconducibile a traumi o  ad annegamento o assideramento, non è stata ancora stabilita.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -