Bologna: sorpreso operaio 'in nero' al lavoro senza protezioni

Bologna: sorpreso operaio 'in nero' al lavoro senza protezioni

BOLOGNA - Gli agenti della Polizia Municipale hanno scovato un lavoratore straniero assunto "in nero" come manovale in un cantiere edile a Trebbio di Reno, nel Bolognese. Per l'artigiano edile che l'aveva assunto senza alcuna garanzia, nonostante fosse clandestino è scattata una denuncia a piede libero e una segnalazione all'Ispettorato del Lavoro, mentre il cantiere edile è stato segnalato all'Ausl di Bologna per la situazione precaria dal punto di vista della sicurezza dei lavoratori.

 

L'extracomunitario, un marocchino ventiseienne con qualche piccolo precedente, stava eseguendo lavori edili nel cantiere "sospeso" su di un muro senza alcuna protezione. Agli agenti ha esibito documenti falsi che sono stati sequestrati. Accompagnato in Questura per il fotosegnalamento è risultato clandestino e già gravato da un provvedimento di espulsione e di conseguenza è stato arrestato.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopodichè è stato tradotto nelle cella di sicurezza del comando della polizia municipale di Castel Maggiore, in attesa del processo per direttissima al Tribunale di Bologna, dove poi gli è stato comminato un altro provvedimento di espulsione e rinviato a giudizio per il possesso di documenti falsi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -