BOLOGNA - Sventati i licenziamenti al Pastificio Corticella

BOLOGNA - Sventati i licenziamenti al Pastificio Corticella

Bologna - Svolta positiva decisiva per la vertenza dello storico pastificio bolognese Corticella, a seguito dell’incontro tenutosi lunedì 5 marzo negli uffici dell’assessorato al Lavoro della Provincia.


L’azienda ha infatti accettato di ritirare la procedura di licenziamento e di attivare una Cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale per la durata di dodici mesi, anticipando il trattamento di integrazione salariale. La procedura di licenziamento collettivo per 43 addetti, sui 97 occupati, era stata aperta il 12 ottobre scorso, a seguito della pesante crisi economica e finanziaria che ha investito l’intero settore della pasta, con ridimensionamenti o chiusure di numerose piccole aziende storiche a favore di quelle di maggiore dimensione.


Dopo numerosi incontri, tanto in sede sindacale che in Provincia, è stato oggi sottoscritto un accordo tra la direzione aziendale, assistita da Confindustria di Bologna e le rappresentanze sindacali unitarie (RSU), assistite da Flai/Cgil e Uila/Uil, con la mediazione dell’assessore Paolo Rebaudengo. L’accordo prevede l’impegno dell’azienda per un programma di risanamento attraverso nuove politiche commerciali, con l’obiettivo di incrementare le proprie quote di mercato, il miglioramento dei processi, il riequilibrio dei costi di struttura, gli investimenti nelle strutture e il miglioramento delle condizioni di lavoro. Il piano di risanamento sarà supportato da strumenti di politica attiva del lavoro promossi dall’assessorato provinciale competente.


L’assessore Rebaudengo ha espresso la propria soddisfazione per lo scampato pericolo di pesanti licenziamenti ed ha auspicato che il piano possa procedere speditamente. L’entità dei programmi sui quali l’azienda si è impegnata deriveranno dalle decisioni del Consiglio di amministrazione della società che si riunirà già giovedì prossimo e dalla immediatamente successiva assemblea straordinaria dei soci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il futuro di Corticella», ha dichiarato l’assessore, «dipenderà tanto dalle prossime decisioni dei soci, quanto dal successo del piano industriale. L’atteggiamento responsabile delle organizzazioni sindacali e la disponibilità della direzione aziendale hanno consentito di evitare una drastica e negativa decisione: resta aperto un processo non facile che potrà avere successo se sarà vinta la scommessa sui miglioramenti delle strutture (resta aperta, nel medio periodo, l’ipotesi di un trasferimento in una zona vicina, con uno stabilimento nuovo da costruire), dei processi produttivi, dell’incremento delle quote di mercato».


La Corticella Molini & Pastifici Spa è una storica azienda agroalimentare bolognese, nata nel dopoguerra nell’omonimo quartiere, grazie al sostegno di alcuni produttori agricoli emiliani che ne diventarono soci acquisendo una parte delle quote. Nel 1998 entra a far parte del gruppo italiano Euricom, che possiede in Italia a Cremona il Pastificio Combattenti. Da pochi mesi è subentrato, come azionista di riferimento, il Gruppo TMT di Lugano, operante anch’esso nel settore della pasta, con una joint venture con il gruppo Euricom. Inoltre la società è partecipata per il 15% da Coop Adriatica. Corticella opera principalmente sul mercato nazionale, che assorbe il 70% della sua produzione e la pone ai primi posti tra le aziende italiane, mentre il restante 30% della produzione trova sbocco sui mercati esteri. Il core business della società consiste nella produzione di marchi privati delle principali aziende della grande distribuzione italiana ed europea, tra cui Coop, ma lo stabilimento produce anche con proprio marchio Corticella.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -