Bologna, una conferenza 'teatralizzata' per combattere l'Alzheimer

Bologna, una conferenza 'teatralizzata' per combattere l'Alzheimer

Lo psicologo, l'assistente sociale, il geriatra, il familiare. L'infermiere, il coordinatore della struttura, il volontario dell'associazione. A turno - intervallati da voci recitanti, musiche e proiezioni video - parleranno dell'Alzheimer secondo una modalità insolita e innovativa: la conferenza teatralizzata. Prosegue "In forma mentis", ciclo di cinque appuntamenti (il prossimo è a Bologna, sabato 16 ottobre) per conoscere e affrontare in modo "leggero", insieme ai cittadini e ai familiari, l'universo di una malattia progressiva, che non dà scampo.

 

Una malattia drammatica e dolorosa, per chi ne è affetto e per chi gli sta vicino. "In forma mentis", organizzata dall'associazione AlzheimER Emilia-Romagna con i Centri servizi per il volontariato di Modena e Ferrara, ha il patrocinio della Regione, del Servizio sanitario regionale e di numerosi altri enti.


"Complessivamente, su tutto il territorio regionale, si stima che siano circa 60mila le persone affette da demenza - sottolinea Teresa Marzocchi, assessore alle Politiche sociali della Regione - . Una malattia che, proprio per la sua estrema complessità, va affrontata e seguita in modo adeguato, con un sistema a rete che coinvolge Aziende Usl, amministrazioni locali, ma anche associazioni dei familiari e volontariato, che danno  un contributo prezioso e insostituibile con l'aiuto psicologico, i gruppi di sostegno, l'informazione. E' un tassello importante nella costruzione di un nuovo welfare regionale, basato su un approccio integrato alle questioni sociali e sanitarie, con il contributo di tutti gli ‘attori' coinvolti, e quindi anche associazionismo e terzo settore".

"In forma mentis"
Dopo l'esordio a Modena il prossimo appuntamento con "In forma mentis" è a Bologna sabato 16 ottobre, dalle 16 alle 18, al Centro civico del Quartiere Savena (Sala Polivalente "R. Martelli") in via Faenza 4. Interverranno, tra gli altri, il commissario straordinario del Comune di Bologna Annamaria Cancellieri, il direttore programma salute anziani Ausl Bologna Walter Orsi, il presidente dell'associazione Arad Vincenzo Castiglione, il direttore del Dipartimento medico Ausl Bologna e Unità operativa geriatria dell'ospedale Maggiore Vincenzo Pedone, l'infermiera e coordinatrice Asp Giovanni XXIII Valeria Ribani, il responsabile dello sportello sociale e servizi anziani del Quartiere Savena Marco Tocco, la psicologa Lidia Silvano, il presidente associazione AlzheimER Emilia-Romagna Ivano Baldini, oltre alla voce recitante di Franco Bergonzoni, alla musica di Luminita Evy Dirlosan e alla poesia di Maria Silvia Rossi. Gli appuntamenti successivi saranno a Ferrara (23 ottobre, 16.30-18.30, Sala san Francesco, in piazza San Francesco 7), Cesena (6 novembre, 16.30-18.30, Sala "Palazzo del Ridotto" in piazza Almerici) e Reggio Emilia (27 novembre, 16-18, Classic Hotel in via Pasteur 121). In ogni città la conferenza è preceduta dalla mostra itinerante "Ricordi futuri", a cura del Nuovo gruppo artistico (Nga) di Modena.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -