Bologna: Università, rinviato l'aumento delle tasse

Bologna: Università, rinviato l'aumento delle tasse

BOLOGNA - Rinvio per l'aumento delle tasse universitarie nell'ateneo di Bologna. Una vittoria, temporanea, per gli studenti che avevano vivacemente protestato contro la prospettiva di vedersi aumentata la quota annuale da versare all'Università per poter proseguire il proprio percorso di studi. Ora potranno riprovare a scongiurare l'aumento delle rette durante la riunione della commissione Didattica prevista tra due settimane proprio per tentare di sciogliere questo nodo.

 

Tra i punti di frizione, c'è sicuramente quello delle lauree a ciclo unico, che i vertici dell'Ateneo vorrebbero equiparare, dal punto di vista della contribuzione, al normale iter di laurea 3+2. A Giurisprudenza, ad esempio, gli iscritti dei corsi a ciclo unico pagano ora 975 euro all'anno per tutti i cinque anni, la stessa quota che paga uno studente della triennale. La laurea specialistica del 3+2 costa invece 1.582 euro annuali.

 

Nei piani dell'Università, invece, a partire dal prossimo settembre gli iscritti delle lauree a ciclo unico pagheranno tra i 1.215 e i 1.234 euro all'anno per i cinque anni del corso, a seconda dell'inflazione applicata (da un minimo di 1,7% a un massimo di 3,3%).

 

Scontro anche sul tasso di inflazione da applicare per gli aumenti; due le opzioni in campo, una che prevede un tasso dell'1,7% (con aumenti 16 ai 32 euro in più all'anno a seconda dei corsi) e l'altra che propende per un 3,3% (e qui gli aumenti andrebbero dai 52 agli 82 euro). La quota verrà fissata dal Consiglio d'amministrazione dell'Ateneo, come ha spiegato la prorettrice agli studenti, Paola Monari.

 

"Gli studenti hanno chiesto una pausa di riflessione e ci è sembrato utile dar corso a questa richiesta", ha spiegato Calzolari uscendo dall'aula. Poi, con un filo di voce dovuto a una brutta bronchite (che lo costringerà a casa nei prossimi giorni), il rettore ha aggiunto: "Comunque l'impianto della riforma delle tasse non può essere stravolto, solo ritoccato". Dunque ok al rinvio; ma per incidere davvero sulla scelta dall'aumento dell'imposizione, sembrano esserci davvero poche speranze.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -