Brisighella, la conta dei danni dopo le nevicate

Brisighella, la conta dei danni dopo le nevicate

È pesante il bilancio consuntivo della viabilità comunale per i danni causati dalle avversità dello scorso inverno: "Una vera calamità - commenta il sindaco Davide Missiroli - in una realtà di gestione già gravosa in condizioni normali con l'estensione territoriale del comune (196 kmq) distribuita su quattro vallate (Senio, Sintria Lamone e Marzeno) e una morfologia a carattere calanchivo-argilloso che aumenta in maniera esponenziale le ordinarie criticità dei movimenti naturali". È la viabilità territoriale a pagare maggiormente le conseguenze di uno degli inverni più rigidi da trent'anni a questa parte e il consuntivo del ‘Piano neve' pesa sul bilancio 2010 con una spesa imprevista di 60 mila euro. Nel settore stradale è urgente una manutenzione straordinaria con importanti interventi di bonifica lungo alcuni tratti comunali urbani ed extra-urbani. La spesa complessiva stimata è 3 milioni di euro. Sbancamenti, riprese e ricostruzione del pacchetto stradale devono arginare frane e smottamenti che su molte strade comunali sono le principali cause di restringimento della carreggiata. Solo per queste opere il preventivo complessivo si aggira intorno a 500mila euro (gli interventi più complessi sono indicati sulle vie Pian di Vicchio, Campiume, Boesimo e Scampelluccio). È la viabilità extra-urbana a pagarne maggiormente le conseguenze con danni per 2,5 milioni di euro e priorità di intervento sulle vie Pideura, Montecchio, Rio Chiè, Pietra Mora, Montefortino, Cavina, Monte Romano e Monte Mauro. "Tre milioni di euro sono una spesa insostenibile - dice il sindaco - per un Comune come Brisighella, che ha già difficoltà a mantenere in situazione di normalità oltre 200 km di strade extra-urbane."

 

L'Amministrazione valuta ora la preoccupante situazione con la Provincia, insieme agli altri Comuni dell'Unione, Riolo Terme e Casola Valsenio, e l'assessore provinciale alla Viabilità Fiorentini nei giorni scorsi ha visionato la gravità della situazione, sollevando il problema anche in Regione per attivare una linea di finanziamento straordinario.

 

Per la risoluzione di questo disastro territoriale, Palazzo Maghinardo auspica l'attenzione del Governo centrale: "come per altri Comuni di collina - precisa il sindaco - anche per Brisighella la criticità delle strade è il vero problema per cittadini e aziende del territorio, ma il Comune è privo di risorse necessarie a fronteggiare una simile emergenza. Da soli non ce la possiamo fare. Abbiamo bisogno di misure ad hoc per una risoluzione concreta e chiediamo con massima urgenza un tavolo di crisi dove concertare insieme a tutte le forze politiche un impegno collettivo che dia risposte immediate ai cittadini e indirettamente un ulteriore impulso all'economia del territorio mettendo in condizioni di accessibilità anche le aziende agricole e agrituristiche con strade dignitosamente percorribili".

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -