Brisighella: parco del Carnè, nuove regole sull'utilizzo delle aree fuoco

Brisighella: parco del Carnè, nuove regole sull'utilizzo delle aree fuoco

BRISIGHELLA - Nuove regole sull'utilizzo delle aree fuoco del parco del Carnè. Il sindaco di Brisighella, Cesare Sangiorgi, ha in questi giorni emesso un'ordinanza che regolamenta l'uso degli spazi adibiti all'accensione di fuochi all'interno del parco sovrastante il borgo medievale della collina faentina.

 

"Constatato che presso il centro visite del rifugio del Carnè - si legge nel documento - posto all'interno del parco della Vena del Gesso romagnola esistono attualmente tre zone fuoco, di cui una posizionata nella zona retrostante il rifugio, una localizzata come forno ed una ad uso barbecue presso la base scout e visto che occorre provvedere alla demolizione della zona fuoco posta dietro al rifugio in quanto non più idonea all'utilizzo con la necessità di dover adeguatamente e puntualmente regolamentare la fruizione e l'utilizzo delle altre zone fuoco si rende noto che è vietato l'utilizzo delle restanti zone fuoco esistenti presso il centro visite del rifugio del Carnè salvo quanto di seguito specificato. Nello specifico - si aggiunge nel documento - il forno dovrà essere utilizzato solo ed esclusivamente dal personale dipendente del punto di ristoro del rifugio; mentre il barbecue presso la base scout dovrà essere utilizzata solo ed esclusivamente da scout e scolaresche sotto la sorveglianza del/i referente/i dei singoli gruppi".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'ordinanza si prevede che la violazione della stessa, salvo che il fatto non costituisca illecito penale, prevede sanzioni amministrative pecuniarie, irrogate secondo le modalità e i termini di cui alla Legge 24.11.1981 n. 689 e successive modificazioni. Alla polizia municipale, agli agenti ed ufficiali di polizia giudiziaria, alle guardie del corpo Forestale dello stato, ai vigili provinciali, alle guardie ecologiche volontarie, alle guardie volontarie ittico-venatorie, oltre che a tutti gli incaricati dalla legge, è assegnato il compito di fare rispettare le disposizioni di cui alla presente ordinanza. La presente ordinanza è immediatamente esecutiva.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -