BRISIGHELLA - Possibile il recupero dell'opificio dell'ex-cava Malpezzi

BRISIGHELLA - Possibile il recupero dell'opificio dell'ex-cava Malpezzi

RAVENNA - L’assessore provinciale ai parchi, Eugenio Fusignani, assieme al responsabile dell’ufficio Parchi, Massimiliano Costa, accompagnati da Stefano Piastra, dottorando presso la facoltà di Geografia dell’Università di Bologna, hanno effettuato un sopralluogo al Parco della Vena del Gesso Romagnola.


“Obiettivo della visita – precisa Fusignani - era l’analisi del territorio del Parco dal punto di vista della storia dell’occupazione e dell’utilizzo antropico della Vena del Gesso cioè l’osservazione delle tracce lasciate dalla storia dell’uomo in un’area occupata sin dalla più remota antichità. La sottolineatura e la valorizzazione di questi segni del passato – prosegue l’assessore - rappresentano un’ulteriore risorsa per la promozione del Parco, e di conseguenza, un’ulteriore spinta ad accrescere l’offerta turistica della nostra provincia.”


In particolare, è apparso di grande valore il possibile recupero dell’opificio dell’ex-cava Malpezzi, nelle vicinanze della rocca di Brisighella. La parte più antica e più interessante dello stabilimento, infatti, è di proprietà comunale e potrebbe essere recuperata con i finanziamenti regionali per l’avvio del Parco, al fine di conservare la struttura testimoniale e di realizzarvi un piccolo museo dedicato proprio alla storia dell’estrazione e della lavorazione del gesso. Altri punti salienti di tale percorso sono stati il “geoparco” del Monticino e l’ex-cava Marana. I tre siti, uniti in un circuito di visita, costituiscono un elemento di grande valore didattico e turistico.


Altro obiettivo del sopralluogo era la valutazione di un problema segnalato ed effettivamente degno di preoccupazione, relativo alla corsa in atto verso il recupero di tutte le abitazioni e gli annessi rurali, per lo sviluppo di attività agrituristiche o agricole integrate. “L’avvio di tali attività è un segnale fortemente positivo dell’impatto che il Parco sta avendo e potrà avere sull’economia locale – sottolinea l’assessore Fusignani - tuttavia, il recupero degli edifici rurali, spesso di grande valore architettonico o tipologico, deve richiedere, comunque, la massima attenzione da parte dei Comuni, in fase di rilascio delle autorizzazioni.”


La presenza di Stefano Piastra, profondo conoscitore della storia di Brisighella ha, infine, permesso di osservare la meravigliosa località collinare da nuovi punti di vista, scoprendone angoli nascosti e sempre legati a particolari storie del suo passato, che il Parco potrà, ancora una volta, riportare alla luce e trasformare in motivi di interesse per la visita.


“Il Parco – ha concluso Fusignani - è ritenuto strategico e fondamentale per la valorizzazione, lo sviluppo e la conservazione della nostra collina ed è obiettivo della Provincia riuscire al più presto a fare decollare quest’area protetta dalle grandissime potenzialità per lo sviluppo del territorio e dell’agricoltura nei comuni di Brisighella, Casola Valsenio e Riolo Terme.”



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -