Brisighella: un convegno sul futuro della città organizzato da "Insieme per Brisighella"

Brisighella: un convegno sul futuro della città organizzato da "Insieme per Brisighella"

BRISIGHELLA - Il futuro di Brisighella in un convegno. Nella giornata di venerdì 27 febbraio, a partire dalle ore 17,30, il candidato a sindaco della lista "Insieme per Brisighella" Davide Missiroli presenzierà presso la sala Ambra di Brisighella di via Barduzzi, il convegno sul tema "Progetto Bussola Comunità Eco-Tec".

 

Nell'ambito di un primo contatto tra l'Unità di studi interdisciplinare per l'economia sostenibile (Università Carlo Cattaneo - LIUC, Castellanza, VA) ed esponenti politici di Brisighella sulle prospettive di ri-vitalizzazione economica e culturale delle aree marginali dell'Appennino romagnolo, si è giunti all'organizzazione di una serata di confronto, approfondimenti e proposte dedicata all'economia sostenibile nelle aree marginali.

 

All'interno dell'incontro di venerdì il professore Dipak R. Pant, l'ideatore ed il fondatore dell'Unità di Studi Interdisciplinare per l'Economia Sostenibile, illustrerà il Progetto Comunità Eco-Tech, adottato per la prima volta in un comune montano della Provincia di Varese. Un progetto che si pone di valutare le opportunità di ri-vitalizzazione sociale, economica e culturale della collina richiamando nuove residenze, visite ed investimenti e innalzando i livelli di qualità della vita, dell'ambiente e del paesaggio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Scopo dell'incontro è quello di riuscire a presentare le possibili e percorribili strade da intraprendere per trasformare il borgo e le frazioni in un vero e proprio paese dal futuro pulito, dove alta tecnologia e basso impatto ambientale riescano a farne un luogo capace di attrarre chi volesse scegliere di vivere lontano dalla grande città, in cambio di una qualità della vita decisamente migliore. Case riscaldate da pannelli solari, fibra ottica ovunque, computer collegati ad alta velocità, per offrire un'oasi "Eco-tecnologica" a chi esercita una professione legata all'informatica o che non necessita della presenza fissa e fisica in città o in azienda. Un progetto che potrebbe essere realtà destinata a diventare modello per la miriade di piccoli comuni d'Italia, con difficoltà a sopravvivere al lento ed incessante spopolamento, sia per quelli montani più difficili da raggiungere nei periodo invernali, che per quelli più accessibili in collina. Un patrimonio territoriale inestimabile, la cui valorizzazione meriterebbe sempre più attenzione, più risorse e soprattutto più passione e meno approssimazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -