Brisighella: una mostra e un libro per il beato Pier Giorgio Frassati

Brisighella: una mostra e un libro per il beato Pier Giorgio Frassati

Sabato 1 maggio s'inaugura a Monte Romano (con partenza dal Rifugio di Fontana Moneta) il Sentiero Frassati dell'Emilia Romagna. L'iniziativa è stata lanciata dal Club Alpino Italiano nel 1996 per ricordare Pier Giorgio Frassati (1901-1925), il giovane alpinista torinese beatificato da Giovanni Paolo II nel 1990.

In quasi tutte le regioni d'Italia è già presente un sentiero dedicato al beato e questo è il 17° sentiero della rete regionale dei Sentieri Frassati, promosso dalle Sezioni Cai di Lugo di Romagna, Faenza e Ravenna e l'Associazione Uoei di Faenza. L'iniziativa è stata possibile anche grazie alla collaborazione del Comune di Brisighella.

 

Il percorso è costituito da due itinerari escursionistici, entrambi ad anello, della durata di circa 4 ore il primo (dislivello di 400 metri) e di circa 6 ore, più le soste, il secondo (dislivello di 900 metri). L'inaugurazione, preludio alla prima escursione ufficiale sul sentiero, domenica 2 maggio, si arricchisce di una mostra documentaria su Pier Giorgio Frassati, visitabile a Brisighella nel foyer dell'albergo Gigiolè, in piazza Carducci. Prodotta dall'Opera Pier Giorgio Frassati e dalla Presidenza Nazionale dell'Azione Cattolica Italiana l'esposizione presenta la figura del beato in 15 capitoli, preceduti dal racconto della beatificazione del 20 maggio 1990 e da due tavole cronologiche sulla vita del beato, in relazione alla storia e alla Chiesa dei suoi tempi. L'allestimento dà risalto alla modernità della figura di Frassati alla luce della dottrina conciliare sui laici nella Chiesa e nel mondo.

Sempre sabato1 nel pomeriggio, nel Municipio di Brisighella, presentazione in anteprima nazionale della guida ufficiale ai Sentieri Frassati, stampata dall'Editrice Ave. Il libro "In cammino sui Sentieri Frassati. Guida ai percorsi regione per regione", a cura di Antonello Sica, è disponibile durante la mostra e presso tutte le associazioni coinvolte nel progetto.

 

Programma inaugurale del Sentiero Frassati dell'Emilia Romagna

 

sabato 1 maggio alle ore 14,30, ritrovo al rifugio di Fontana Moneta; alle 15 Messa celebrata dal vescovo Claudio Stagni e benedizione del sentiero con le acque provenienti dai Sentieri Frassati già aperti. Alle 17,30, nel municipio di Brisighella, presentazione ufficiale dell'iniziativa e visita alla mostra dedicata al beato Frassati visitabile nei giorni 1, 2, 8 e 9 maggio dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19; alle 20,30 cena conviviale all'Istituto Emiliani di Fognano con le delegazioni regionali dei Sentieri Frassati.

Domenica 2 maggio ritrovo a Fontana Moneta per escursione sull'anello più breve o sull'intero sentiero (riservata agli iscritti al programma escursionistico intersezionale del Cai)

 

Pier Giorgio Frassati era nato a Torino nel 1901. Segue al Politecnico di Torino il corso di Ingegneria industriale meccanica, con specializzazione mineraria, per dedicarsi "a Cristo tra i minatori". Sviluppa presto una profonda vita spirituale e si prodiga nell'aiuto a bisognosi, malati, infelici. Due mesi prima della laurea, a soli 24 anni, muore stroncato da una poliomielite fulminante. Il 20 maggio del 1990 Giovanni Paolo II lo proclama beato e nel 1984 l'aveva indicato come modello agli sportivi del mondo intero.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -