Buon risultato per lo shopping natalizio, ma senza l'apporto dei giovani

Buon risultato per lo shopping natalizio, ma senza l'apporto dei giovani

FORLI’ – Un po’ di respiro per i commercianti: “gli acquisti natalizi non sono andati male – conferma Giancarlo Corzani, segretario di Confesercenti – siamo sul trend dell’anno scorso, almeno non c’è stato un calo. Quello che è mancato è stato l’acquisto da parte dei giovani”. Con dicembre si chiudono le aperture straordinarie della domenica e del giovedì pomeriggio. Poi Dal 7 gennaio partiranno i saldi, ma la speranza è quella di arrivare con meno merce possibile.


All’inizio del mese lo shopping natalizio era ancora un po’ fiacco, ma sembra che la situazione sia andata migliorando e restano ancora gli acquisti del ‘pre-capodanno’, che aprono nuovi spiragli al commercio forlivese. Il ‘fattore’ tredicesima, considerato molto importante, aveva fatto sì che le associazioni di categoria si aspettassero una possibilità di acquisto maggiore dopo il 15 dicembre: sembra sia stato così. Bene i settori del tecnologico e dell’abbigliamento classico.


“I commercianti, come ogni anno –continua Corzani – hanno a disposizione 8 deroghe sulle aperture festive da gestire, probabilmente domenica 6 dicembre potrebbe essere una buona occasione. Riguardo ai giovani, credo che la mancanza di risorse abbia condizionato il potere d’acquisto, forse il dopo natale aprirà più possibilità di spesa”.


Chiara Fabbri


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -