Caccia: uso richiami vivi, per Bartolini (An-PdL) "Cacciatori esasperati"

Caccia: uso richiami vivi, per Bartolini (An-PdL) "Cacciatori esasperati"

BOLOGNA - I cacciatori dell'Emilia-Romagna sarebbero "esasperati" dall'atteggiamento del Governo regionale per quanto riguarda l'attività venatoria in generale ed in particolare per quanto attiene l'uso dei richiami vivi per la caccia alle specie in deroga.

 

Lo afferma il consigliere regionale di an-pdl Luca Bartolini in un'interpellanza, evidenziando che "questa caccia viene autorizzata per contribuire alla riduzione dei danni che queste specie (storno, passeri, tortora dal collare, cormorano) arrecano alle coltivazioni" e che, "senza l'utilizzo dei richiami vivi, questa pratica venatoria diventa particolarmente difficile, se non impossibile".

 

Considerando inoltre che "Regioni contigue alla nostra consentono l'uso dei richiami vivi (purchè provenienti da allevamento) anche per le cacce in deroga" e che l'atteggiamento della Regione Emilia-Romagna "appare incomprensibile e fortemente penalizzante" per i cacciatori, Bartolini chiede alla Giunta regionale quali siano i motivi di questo divieto, se sia a conoscenza dello stato di profonda insoddisfazione di chi pratica l'esercizio venatorio in Emilia-Romagna e quali urgenti provvedimenti intenda assumere per ristabilire il principio di giustizia ed equità.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bartolini vuole infine conoscere l'importo esatto, distinto per provincia, dei danni procurati all'agricoltura dagli storni e dalle altre specie in deroga nell'anno 2007 nel territorio regionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -