Caduta in bici, muore Pietro Ferrero. Era l'erede alla guida del colosso dolciario

Caduta in bici, muore Pietro Ferrero. Era l'erede alla guida del colosso dolciario

Caduta in bici, muore Pietro Ferrero. Era l'erede alla guida del colosso dolciario

TORINO - Pietro Ferrero, amministratore delegato insieme al fratello Giovanni del colosso dolciario di Alba (Cuneo) che ha inventato la Nutella, è morto dopo aver accusato un infarto mentre si trovava in bicicletta. Pietro Ferrero, 48 anni, sposato dal 2003 con Luisa Strumia e padre di tre figlioletti di 4, 3 e un anno e mezzo, era infatti un grande appassionato di ciclismo e, quando poteva permetterselo, non perdeva l'occasione per un'uscita in bici.

 

Pietro Ferrero si trovava in Sud Africa, con il padre Michele ed una trentina di dirigenti del gruppo, per progettare la realizzazione di uno stabilimento nei pressi di Città del Capo. Il 48enne è stato anche membro del Consiglio di Amministrazione di Ras, oltre che membro del Consiglio Consultivo di Deutsche Bank e membro del Comitato Esecutivo di Aspen Institute. È stato consigliere di Mediobanca fino all'ottobre 2002.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Italia perde - ha commentato il ministro degli Esteri, Franco Frattini - un uomo di impresa che ha saputo incarnare le qualità migliori della nostra storia industriale: la continua ricerca dell' eccellenza, la creatività, la determinazione a competere anche in momenti difficili per affermare il proprio marchio fino a renderlo un simbolo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -