Calcio Eccellenza, il Riccione travolge il Faenza 4-1

Calcio Eccellenza, il Riccione travolge il Faenza 4-1

RICCIONE - Si sapeva che per il Faenza sarebbe stata dura, al cospetto del Riccione, per giunta in trasferta al "Nicoletti". Ed è andata come da pronostico, anche se forse il risultato è un passivo forse troppo eccessivo per i ragazzi di Evangelisti, quest'oggi relegato in tribuna per effetto della squalifica. Iniziano forte i padroni di casa, al 5', con un tiro da lontano di Bonocore respinto da Brandi.

 

All'11' il Riccione passa in vantaggio: Cavoli percorre tutta la fascia sinistra ed effettua un cross perfetto per il ben posizionato Tolomeo, che fra due avversari, colpisce di testa debolmente ma quanto basta per mettere fuorigioco Brandi. Il raddoppio, sempre del micidiale Tolomeo, arriva qualche minuto dopo, precisamente al 15': Bonocore pesca dalla tre quarti l'attaccante biancoblu che entra in area, si aggiusta il pallone, si libera di due difensori e scarica in porta con un potente sinistro che si infila alle spalle dell'incolpevole estremo difensore manfredo. Al 26' palla vagante in area faentina, Marani si ritrova la sfera fra i piedi, batti e ribatti, la palla alla fine arriva a Lisi fuori area che è lesto a calciare, non trovando però lo specchio della porta. Il Faenza riesce comunque a reagire, anche se oggi la manovra offensiva biancoazzurra mancava forse un po' di lucidità. Ci provano prima Visani al 35' e Brunetti al 45' con simili conclusioni da fuori, che però non creano problemi a  Carioli. Il Faenza chiude bene il primo tempo, e i buoni propositi manfredi si riflettono nel secondo tempo.

 

Al primo della ripresa Calderoni lancia in profondità Pollino, che tutto solo davanti a Carioli, è abile a insaccare nonostante la deviazione dello stesso portiere. E' il 2-1. Sembra l'inizio della possibile rimonta, ma la svolta dell'incontro penderà dalla parte del Riccione. Infatti, al 55', Manaresi tocca in area di mano, per il direttore di gara non ci sono dubbi: calcio di rigore ed espulsione del terzino sinistro. Sul dischetto si presenta Bonocore, che non fallisce. E' la rete che spezza le gambe all'undici biancoazzurro. Il Riccione controlla il match e poi dilaga al 74': Bolzonetti con astuzia ruba palla a Melandri, e involandosi verso la porta trafigge di testa Brandi, dopo un primo tentativo respinto dal portiero biancoazzurro. Non succede più nulla e il triplice fischio dell'arbitro sancisce la netta vittoria del Riccione sul Faenza, che comunque, nonostante la pesante sconfitta, non ha sfigurato e ha lottato per tutta la partita, giocando quasi tutta la ripresa in dieci uomini.

 

RICCIONE - FAENZA 4-1

Riccione: Carioli, Mercatilli, Merendino, Lisi, Nodari, Filocomo, Cavoli, Bolzonetti (35'st Morelli), Tolomeo, Bonocore (13'st Ciocia), Marani  (15'st Lepri). A disp: Bertozzi, Cantuccio, Zamagna, Yauti. All: Freschi

Faenza: Brandi, Melandri, Manaresi, Brunetti, Donati, Bertoni, Visani, Dalmonte, Rondinini (15'st Placci), Calderoni, Pollino (27'st Rossi). A disp: Masetti, Marocchi, Errani, Ricci, Venturelli. All: Calderoni.

Reti: 12'pt Tolomeo, 15'pt Tolomeo, 1'st Pollino, 10'st Bonocore, 29'st Bolzonetti

Arbitro: El Sekran Fares di Modena

Note: ammoniti: Tolomeo, Visani, Calderoni. Espulso al 10'st Manaresi

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -