Calcio scommesse, Signori torna in libertà

Calcio scommesse, Signori torna in libertà

Calcio scommesse, Signori torna in libertà

MILANO - Beppe Signori, uno personaggi principali finiti nel mirino dell'inchiesta sul calcio scommesse, torna in libertà. Lo ha stabilito il gip di Cremona, Guido Salvini, accogliendo la richiesta del legale dell'ex bomber della Lazio e della Nazionale, Alfonso De Santis. L'avvocato ha sottolineato che "si apre ora una nuova fase processuale, senza quella balena bianca che hanno messo in mezzo quei giornalisti che si sono divertiti con chi non aveva la possibilità di difendersi".

 

Signori, ha aggiunto De Santis, ha appreso la notizia "con un sospiro", dicendo poi ""va bene"". Accolta anche l'istanza di scarcerazione per Vincenzo Sommese, per il quale è stato disposto l'obbligo di firma. Stessa cosa per Gianluca Tuccella, anche lui ai domiciliari e ora libero ma con obbligo di firma. Per quanto riguarda Marco Paoloni, la risposta all'istanza di scarcerazione presentata lunedì dai suoi legali è attesa entro le prossime 48 ore.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda calcio scommesse è intervenuto anche il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, sottolineando "che il mondo del calcio abbia ampiamente dimostrato in questi anni di non avere imparato la lezione, di non essere in grado di generare gli anticorpi necessari: io voglio dare un aiuto, se è gradito bene, altrimenti lo do lo stesso".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -