CAMPIGNA - Parco foreste casentinesi, riapre il Giardino Botanico di Valbonella

CAMPIGNA - Parco foreste casentinesi, riapre il Giardino Botanico di Valbonella

CAMPIGNA - Con il ritardo di alcune settimane, determinato da condizioni meteorologiche particolarmente avverse, è riaperto il "museo naturalistico" di Valbonella. Sarà visitabile anche nel ponte del primo maggio.


Ha un’estensione di circa due ettari, nei quali sono condensati molti degli elementi caratteristici della flora e della vegetazione dell’ambiente appenninico che sono stati realizzati attraverso il ripristino delle realtà preesistenti e la ricostruzione degli habitat.

Il giardino - che contiene una ricca collezione di specie rare - è situato a tre chilometri da Corniolo di Santa Sofia, sulla strada che collega la Valle del Bidente con quella del Rabbi.

Si tratta di una vera e propria struttura museale all’aria aperta, con chiari intenti protezionistici e didattici ed è visitabile attraverso una rete di sentieri suddivisa in tre percorsi tematici: il bosco, il torrente e gli spazi aperti.

All’interno dello spazio sono allestiti tre sentieri natura tematici che riguardano il bosco, le zone umide e gli ambienti aperti. Sono accompagnati da opuscoli illustrativi sulle caratteristiche ecologiche e le dinamiche dei vari tipi di vegetazione.
Si tratta quindi di un’ottima occasione per vedere le specie più importanti dal punto di vista botanico del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna concentrate in un'area più agevolmente visitabile.


La struttura sarà aperta dal venerdi al sabato dalle 9,30 alle 12, 30, il pomeriggio dalle 15 alle 18. La domenica e i giorni festivi sarà visitabile con orario continuato dalle 9,30 alle 18.

Per visite guidate di scolaresche e gruppi durante i giorni feriali si può contattare la cooperativa "Fare del bene" al numero 0543. 983146, il sig. Carlo Zappia al 339. 7907206, oppure "L’Altra Romagna" allo 0543. 903091.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -