Cani, a Milano è ottobre il mese del microchip

Cani, a Milano è ottobre il mese del microchip

Uno sconto di 15 euro per chi farà applicare il microchip al proprio cane, per tutto il mese di ottobre. E' una delle iniziative introdotte dal Comune di Milano all'interno della campagna "Il mese del chip", organizzata insieme all'Asl milanese e all'Ordine Provinciale dei Medici Veterinari.

 

Durante tutto ottobre, infatti, i milanesi potranno portare il proprio cucciolo all'Anagrafe per l'iscrizione e l'applicazione del chip, che in genere costa 50 euro. Il 26 ottobre, inoltre, ai Giardini Montanelli, si svolgerà la ‘Giornata del chip', in cui verrà applicato un ulteriore sconto sul dispositivo.

 

A Milano, secondo i dati forniti dal comune meneghino, risultano registrati solo 55mila cani (di cui 30mila circa con il microchip e 25mila con tatuaggio), anche se si pensa che il totale dei ‘migliori amici dell'uomo' sia circa il doppio (120mila).

 

L'iniziativa è patrocinata dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, dalla Regione Lombardia, dai 6 comuni dell'area nord di Milano (Bresso, Cormano, Cinisello Balsamo, Cusano Milanino, Cologno Monzese e Sesto S.Giovanni), da società scientifiche e associazioni protezionistiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maurizio Cadeo, assessore all'Arredo, Decoro Urbano e Verde, ha sottolineato l'importanza della campagna: "Gli obiettivi che vogliamo ottenere sono sicurezza e responsabilità. Molti milanesi ancora non hanno applicato il chip al proprio animale, dimenticandosi che il cane ha una probabilità su 150 di perdersi, ma se si perde e non è stato registrato, ha meno di 6 probabilità su 100 di essere ritrovato. Con il chip le probabilità che venga riconsegnato al padrone salgono al 94%".

"Il chip - ha concluso Cadeo - potrà essere applicato sia presso i veterinari liberi professionisti, sia nelle strutture del Dipartimento Veterinario dell'Asl. Combattere con ogni strumento l'abbandono degli animali è un segno di civiltà che una città come Milano non può e non deve trascurare. Da questa iniziativa ci aspettiamo molto, e ci auguriamo una risposta concreta dei milanesi che ancora troppo numerosi tengono cani in famiglia senza registrarli".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -