Caos vulcano, forlivese bloccata a Parigi: "Forse riparto mercoledì"

Caos vulcano, forlivese bloccata a Parigi: "Forse riparto mercoledì"

Caos vulcano, forlivese bloccata a Parigi: "Forse riparto mercoledì"

FORLI' - Una vacanza a Parigi durata più del previsto. Claudia Di Girolamo, forlivese di 41 anni, sarebbe dovuta tornare domenica, atterrando a Bologna in mattinata. Invece è rimasta bloccata nella capitale francese, a causa dello stop dei voli in tutto il Nord Europa. "Ho prenotato un posto sul volo di mercoledì pomeriggio per Bologna - racconta in esclusiva a Romagnaoggi.it - ma ancora non è sicuro che ci lasceranno partire. Le stazioni ferroviarie sono nel caos".  

 

Insomma, per ora non si sa nulla di certo, tranne che non si può volare, a causa della nube di cenere prodotta dal vulcano islandese in eruzione. Claudia ha avvertito al lavoro, dove, per fortuna, non la attendevo scadenze improrogabili e come milioni di italiani si è rassegnata ad aspettare. "All'aeroporto il caos c'è stato venerdì e sabato - spiega Claudia da Parigi - poi hanno attivato un call center chiedendo alle persone di non recarsi allo scalo per evitare intoppi. Mercoledì devo informarmi telefonicamente per sapere se il mio volo partirà".

 

Quando domenica  mattina è arrivata allo Charles De Gaulle lo scalo era deserto e campeggiava un enorme pannello elettronico con la lista di tutti i voli annullati. Le stazioni ferroviarie sono state prese d'assalto anche nella capitale francese. "Alla gare de l'Est ed alla gare du Nord l'affollamento è impressionante, mi sono informata per tornare in treno, ma fino a mercoledì non ci sono posti liberi per l'Italia. In tanti comprano i biglietti ai distributori automatici, ma una volta saliti sul treno vengono fatti scendere perché in Francia non si può viaggiare in piedi nei convogli".

 

 

Per chi è costretto a tornare a casa le alternative sono le auto a noleggio, ormai esaurite, o pulmini da 6-7 posti, che però, precisa Claudia, "costringono a fare il viaggio anche in 3 tratte, con 5 minuti per le coincidenze, e, per ognuna, strappano prezzi esorbitanti. Ho sentito che sono stati chiesti 300 euro a persona per tratta".

 

Per quanto riguarda il rimborso delle notti supplementari in albergo la forlivese potrà compilare la richiesta sul sito dell'Air France, ma non si sa se avrà esito positivo.

 

Chiara Fabbri

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -