Capodanno, alberghi e ristoranti pieni: commercianti delusi

Capodanno, alberghi e ristoranti pieni: commercianti delusi

CERVIA – Il detto ‘Natale con i tuoi, Capodanno con chi vuoi’, non si smentisce nemmeno per il turismo in riviera, che ha registrato il pienone per salutare il nuovo anno. Alberghi, ristoranti e locali hanno mantenuto il trend positivo degli anni scorsi. “Il movimento si è registrato per i 2 o 3 giorni a cavallo di Capodanno”, sottolinea il presidente di Ascom Cervia, Mario Baldassarri. “Il bel tempo ha sicuramente influito”, precisa Giancarlo Barocci.


Il presidente dell’Associazione albergatori di Cesenatico fa notare, infatti, come molta gente si sia riversata per le strade ed in spiaggia. “Gli alberghi, non tutti aperti – afferma Barocci - hanno accolto molti turisti che si sono fermati 3 giorni. E’ andata meglio di anno scorso. Sicuramente anche la possibilità di trascorrere la notte di San Silvestro senza spese esorbitanti ha attirato gente a Cesenatico”.


C’è comunque un neo: “Il commercio resta un grosso problema – spiega Baldassarri – ora si attendono i saldi, anche se non sono strumento di guadagno per i commercianti. Tra abusivismo ed iper la situazione è preoccupante”.


Chiara Fabbri


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -