"Caregiver", gli angeli custodi dei malati di diabete

"Caregiver", gli angeli custodi dei malati di diabete

"Caregiver", gli angeli custodi dei malati di diabete

Il diabete si combatte meglio se aiutati da qualcuno. Il 90% dei diabetici interpellati all'interno di un'indagine mirata, infatti, ha dichiarato di aver tratto molti benefici quando al suo fianco ha trovato un "caregiver", e cioè un assistente che lo aiuta nella lotta alla malattia. La ricerca, presentata questa mattina a Milano, ha coinvolto circa 900 pazienti diabetici e 100 assistenti, ed è stata condotta da Gfk Eurisko per Novartis il mese scorso.

 

Ebbene, dai risultati dell'indagine emerge molto chiaramente come il diabete si combatta meglio in coppia. In sei casi su dieci, l'assistente è donna, mentre sono molto rilevanti le cifre riguardanti l'aspetto fisico e psicologico: chi è 'aiutato' nella gestione della malattia si sente più soddisfatto di sé stesso molto più (circa il doppio) rispetto a chi vive da solo, ed è anche più vitale e attivo dal punto di vista fisico (+7% rispetto a chi combatte da solo la malattia).

 

L'indagine rivela inoltre che gli assistenti sono per lo più al centro-sud Italia (93% dei casi), anche se al nord si hanno comunque cifre importanti (79%). Sono spesso i parenti a dare una mano al malato, e le 'mansioni' più frequenti sono l'aiutare il paziente a non dimenticare le medicine (76%), a seguire una dieta controllata (72%), a svolgere attività fisica (55%) e a non saltare le visite mediche (54%). Tutte situazioni che per un malato, soprattutto se in età avanzata, richiederebbero un enorme sforzo mentale e soprattutto di memoria.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma quali sono le principali difficoltà che i 'caregiver' incontrano nell'assistere il malato? Ovviamente la situazione non è semplice quando si tratta di tenere controllata l'alimentazione del diabetico: per un assistente su due, infatti (51%), far seguire una dieta controllata è la difficoltà maggiore, anche se non è da meno coinvolgere il malato a praticare attività fisica.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -