Carte di credito clonate, perquisizioni anche a Ravenna

Carte di credito clonate, perquisizioni anche a Ravenna

Carte di credito clonate, perquisizioni anche a Ravenna

RAVENNA - Ha interessato anche Ravenna l'indagine della Procura di Roma, condotta dalla Guardia di Finanza, che ha sgominato un'organizzazione criminale, composta da cittadini originari del Bangladesh, specializzata all'utilizzo di carte di credito clonate per il pagamento, attraverso la procedura on line, di utenze domestiche e di biglietti aerei. Nel capoluogo bizantino le Fiamme Gialle hanno effettuato diverse perquisizioni, così come a Roma, Milano, Bergamo e Bologna.

 

Sono quattro le persone finite in manette. Nel corso dell'inchiesta sono stati esaminati oltre tremila pagamenti e monitorate le posizioni di centinaia di soggetti che, a vario titolo, hanno avuto contatti con i responsabili. Parte delle somme illecitamente percepite sono state inviate in Pakistan. Le indagini, tuttora in corso, hanno portato a otto denunce, nei confronti di quasi tutti soggetti originari del Bangladesh: questi dovranno rispondere delle accuse di associazione a delinquere finalizzata al furto d'identità e alla clonazione di carte di credito.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -