Casa al Colosseo, Scajola prepara una memoria difensiva

Casa al Colosseo, Scajola prepara una memoria difensiva

Casa al Colosseo, Scajola prepara una memoria difensiva

Potrebbe non svolgersi l'interrogatorio l'ex ministro Claudio Scajola, finito nel mirino dalla procura di Roma per la compravendita di un appartamento nei pressi del Colosseo. Gli avvocati difensori del parlamentare dovrebbero depositare una memoria difensiva per rispondere agli interrogativi posti dai magistrati evitando all'ex ministro dello Sviluppo economico il passaggio in procura. L'invito a comparire era stato emesso anche per interrompere i tempi della prescrizione.

 

Secondo gli inquirenti, la casa è stata pagata in parte dall'imprenditore Diego Anemone, uno dei personaggi chiave dell'inchiesta sugli appalti del G8, anche se Scajola sostiene di esserne stato all'oscuro. Le indagini, condotte dal Ros dei carabinieri e dalla Guardia di Finanza, ha preso le mosse da alcuni atti inviati dalla Procura di Perugia che indaga su un filone di indagine sugli appalti per le Grandi Opere.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -