Case al mare, a Milano Marittima crescita dei prezzi più alta in Italia

Case al mare, a Milano Marittima crescita dei prezzi più alta in Italia

Case al mare, a Milano Marittima crescita dei prezzi più alta in Italia

Le seconde case al mare spopolano in Romagna, dove si registrano i più alti incrementi dei prezzi di compravendità. In testa a tutti c'è Milano Marittima, con un +6,8% registrato nel 2008 rispetto al 2007 che conferma la località romagnola come una delle mete più esclusive del nostro paese. Al secondo posto, con un aumento del 5,3%, Marina di Ravenna conferma invece la sua forte crescita come meta turistica. E' quanto rivela l'Osservatorio nazionale immobiliare turistico.

 

Lo studio Fimaa-Confcommercio, presentato a Ravenna, vuole fotografare l'andamento del mercato turistico delle seconde case, in cui "dove la domanda per immobili di pregio risulta in ulteriore rafforzamento rispetto al 2007 anche per un crescente numero di stranieri attratti dal Belpaese; la restante parte del mercato, invece, appare molto selettiva sulla fascia media ed estremamente attenta al prezzo nella fascia bassa".

 

Insomma, è vero che la crisi economica c'è; ma chi era benestante prima, lo è anche oggi, nonostante continuino le notizie negative per la congiuntura nazionale e internazionale.

 

Per la maggior parte di operatori immobiliari turistici FIMAA, nel mercato della compravendita di case vacanza negli ultimi 12 mesi si riscontra un'offerta tendenzialmente abbondante e una domanda in riduzione rispetto a quella percepita nel 2007: ciò si traduce in un peggioramento degli scambi (che calano rispetto a quelli 2007 per il 73% di agenti interpellati nelle località marine, per il 69% in quelle di montagna).

 

Ciò, ha ripercussione sui prezzi di vendita: la crescita percentuale nominale media annua risulta contenuta nel 2,2% per le località marine e nel 2,5% per quelle montane (non in grado, dunque, di compensare la perdita di potere d'acquisto dato che l'inflazione ha sfondato la soglia del 4% nel mese di luglio scorso), ma con variazioni più consistenti messe a segno nelle migliori localizzazioni.

  

Gli affari vanno bene nelle "modaiole" località del litorale ravennate Milano Marittima e Marina di Ravenna, nelle elitarie Cinque Terre e a Riccione e Soverato, ad espressione del buon momento delle località calabresi. Anche la spiaggia per tutti di Rimini, dove le attese della riqualificazione del lungomare sembrano avere già messo in moto interessanti rivalutazioni nelle zone di Marina, oppure i litorali di Villasimius dove i relativi maggiori incrementi rispetto alle altre località turistiche si possono ascrivere ai miglioramenti viabilistici da sud.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In termini assoluti, però, le case più care si trovano altrove. In testa si conferma, anche quest'anno, il mercato di Cortina d'Ampezzo, unica località a superare nei valori massimi medi, i 15.000 €/mq, mentre alle sue spalle si assestano quasi appaiate, Porto Cervo e Santa Margherita Ligure. L'intonazione di stabilità del mercato è confermata da una sostanziale conferma delle stesse posizioni del 2007, ad eccezione delle new entry di Viareggio al 10° posto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -