'Caso Buffadini', il sindaco: "Non sono un massone, pronto a firmare la dichiarazione"

'Caso Buffadini', il sindaco: "Non sono un massone, pronto a firmare la dichiarazione"

'Caso Buffadini', il sindaco: "Non sono un massone, pronto a firmare la dichiarazione"

FORLI' - "Mi aspettavo una reazione come questa, ma rimango delle mie idee, sapevo che poteva capitare di pagarne un caro prezzo politico": è il commento che arriva a caldo dal sindaco Roberto Balzani, dopo il duro attacco sferrato da Lodovico Buffadini. "Il partito si dovrà occupare di un suo supposto esponente che fa una conferenza stampa contro il sindaco, e valutarne la compatibilità con la presenza nel partito", è la constatazione di Balzani.

 

Poi passa a rispondere nel merito e, anzi sulle accuse di massoneria, si dichiara "pronto a firmare le dichiarazioni che il Buffadini inquisitore vuole". Parte dal caso che ha fatto da detonatore, Balzani: la nomina del vertice di Acer di ieri pomeriggio. Spiega Balzani: "Non è un concorso pubblico, tutti i 25 candidati erano persone valide e Buffadini è una persona rispettabilissima, ma poi ci sono riflessioni sull'opportunità e si può fare un'altra scelta diversa e del tutto legittima". Per altro, precisa Balzani, "il Comune di Forlì ha solo il 24% in Acer e non impone niente: il voto avviene in assemblea e devono essere scelto condivise".

 

A imporlo, sempre Balzani, "è lo statuto di Acer che prevede un quorum e maggioranze dei Comuni soci", per cui "il membro del consiglio di amministrazione lo decide l'assemblea e, anzi, può cambiare anche in corso di assemblea, fino al voto". Insomma, il sindaco si dice tranquillo per un'eventuale inchiesta della Procura, dopo l'esposto dell'ex assessore: "Non vedo profili di irregolarità".

 

Ma è l'accusa di appartenere alla massoneria quella che forse va più dritta al cuore del primo cittadino. E su questo Balzani spiega: "Non sono iscritto alla massoneria, come non lo erano mio padre e mio nonno". E non ci sta alla 'caccia alle streghe' dentro al partito, con Buffadini che chiede una dichiarazione formale, per gli iscritti, di non appartenere a tali sodalizi. Dice il sindaco: "La mia posizione è chiara: quando una persona si iscrive al partito deve rendere note tutte le associazioni a cui è iscritto, dalla massoneria al 'circolo di Topolino', poi se si scopre che non l'ha dichiarato deve essere espulso, ma l'adesione in quanto tale non deve essere incompatibile con la presenza nel partito". Insomma, un principio di pubblicità.

 

Balzani, tuttavia, non rifugge dalla provocazione: "Se devo sottoscrivere un documento che serva ad affermare quanto ho detto non ho problemi a fare una dichiarazione, fermo restando che non è un documento legale nel Pd e che lo ritengo sbagliato". Nell'elenco delle 19 partecipazioni a convegni del Grande Oriente d'Italia, infine, Balzani nega che ce ne siano state di recenti. "Sono stati tutti convegni con tantissime persone, anche sacerdoti, di riflessione sui temi risorgimentali e della cultura laica". Buffadini, in conferenza stampa, aveva sottolineato la presenza ad un convegno nell'ottobre 2009, quando Balzani era già sindaco.

 

"Si tratta di un convegno a Bologna sul Tricolore, in un'aula universitaria, alla presenza dell'allora sindaco Flavio Del Bono", torna indietro con la memoria. Tra i presenti c'erano anche l'allora vice-presidente del consiglio regionale Paolo Zanca e il presidente della Fondazione Carisbo Fabio Roversi Monaco. "In ogni caso nessuno ha dato a Buffadini il compito dell'inquisitore", stoppa Balzani. Infine la richiesta di rimpasto in giunta: "Non mi pare che Buffadini sia in Consiglio comunale, non so a quale titotlo possa avanzare queste richieste". Ed infine, "di queste cose se ne deve occupare il partito".

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Nonno Abraham Simpson (babbo di Homer nel cartone TV) dichiara di essere (e mostra le relative tessere) al tempo stesso: Alce, massone, Comunista, Presidente dell'Alleanza Mondiale Gay - Lesbiche ... Insomma, vogliamo farla finita di trattare i massoni manco fossero i Sith di guerre stellari ? Sono tanti, fra loro ci sono anche dei poco di buono come ci sono nei partiti, nei sindacati, nella chiesa e così via. Non si può fare di ogni erba un fascio ... a meno che non si tratti di fascisti (scusate la freddura, ma è che oggi fa troppo caldo in ufficio).

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    Devo essermi perso qualcosa. Da quando in qua in questo paese è proibito essere massoni? E da quando in qua è proibito, da massone, ricoprire cariche di qualsiasi tipo? E se fosse proibito esserlo, perchè il nostro presidente del consiglio lo era (anche se lui dichiara di non saperlo, ma c'è da scusarlo, d'altronde i massoni sono un covo antignocca)?

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Grande ATTILA, vediamo se arriverà una risposta. Comunque non siamo ingenui, possiamo credere che B sia diventato PRESIDE per meriti, o anche alla fatina dei denti.

  • Avatar anonimo di Paolo1
    Paolo1

    Io sapevo di barbieri massoni a Forlì non certo di sindaci. A questo punto se qualcuno vuole continuare ad attaccare e insinuare sul nulla spero che il sindaco risponda con le querele del caso, che sono molto peggio degli esposti.

  • Avatar anonimo di ATTILA
    ATTILA

    Egr. Sig. Sindaco, nessuno mette in discussione che Lei sia una brava persona,però qualche perplessità ad un cittadino della strada come me, nasce. Lei fa riferimento alla Sua partecipazione ad un solo convegno a bologna sul tricolore, come relatore, in epoca di già nominato a Sindaco..MA le chiedo ? gli altri 18 convegni che si vedono nel sito internet del " grande Oriente" alla presenza spesso del gran maestro RAFFI , qualche perplessità la possono creare.(Buffadini, mi sembra, sostenga questo, non l'ha accusata di essere massone). Nessuno mette in discussione la Sua parola; e se Lei ha dichiarato che non è un associato alla massoneria, ci crediamo, ma se non è un matrimonio però qualcuno potrebbe ipotizzare che sia quantomeno un fidanzamento che dura da molto tempo,vista la costante frequentazione anche come storico relatore universitario. Se certe cose non si condividono,ci si guarda bene dal frequentarle, almeno così mi hanno sempre insegnato mio padre e mio nonno Aspetto cortese delucidazione, se lo riterrà.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -